Style Things StyleNotes

STYLE THINGS – 5 COSE CHE HO PROVATO E AMATO O CHE MI HANNO ISPIRATA A GENNAIO

5 cose che ho provato e amato, che mi hanno ispirata o che semplicemente ho desiderato a gennaio, nel primo post di una nuova rubrica tra moda, bellezza e make-up, arredamento, libri, app e qualunque cosa valga la pena di essere segnalata.

Inauguro oggi il primo post di quella che spero diventerà una nuova rubrica qui su StyleNotes. Si chiama “Style Things” e l’idea è quella di raccogliere una volta al mese una serie di spunti da vari settori, prodotti o servizi che ho provato e di cui mi sono innamorata ma anche cose che semplicemente mi hanno ispirata o che ho desiderato.

Funzionerà un po’ come il passaparola tra amici e conoscenti. Avete presente quando provate qualcosa e scrivete subito all’amica per condividerla? O quando qualcuno generosamente vi segnala qualcosa che ha trovato molto valido perché possiate goderne anche voi?

Ecco, io potrei suggerirvi un capo di abbigliamento, un accessorio, bijoux ma anche un libro, una app, un pezzo d’arredo; o ancora, un film o una serie tv, una canzone, un podcast, un video. Insomma, qualunque cosa mi soddisfi al punto da volerla condividere con qualcuno, con voi.

Non è esattamente una rubrica sui prodotti preferiti e nemmeno una wishlist come quelle che pubblico nel periodo natalizio o prima del mio compleanno; “Style Things” sarà un po’ un mix delle due cose. In parallelo vorrei pubblicare questi spunti sulle Stories (potete seguirmi come @erica_ventura) e vi invito a condividere con me le vostre “style things” commentando in direct su Instagram, sulla pagina Facebook o direttamente sotto il post qui sul blog.

Ma iniziamo con le “Style Things” che ho amato e desiderato durante questo gennaio 2019:

  • BeautyFiller viso biologico di I Provenzali, con olio di Rosa Mosqueta, ginseng peruviano, olio di Argan e Cassia Angustifolia. Quest’ultima in particolare determina l’effetto filler di superficie per rughe sottili. Io lo applico mattina e sera su una ruga d’espressione che ho da un annetto in mezzo alle sopracciglia e devo dire che la costanza mi ha ripagata rendendo la rughetta molto meno visibile. Non contiene parabeni, siliconi, coloranti ed è dermatologicamente testato, oltre che vegano e non testato sugli animali. Qui inci completo e tutte le info. Lo trovate in tutta Italia nella grande distribuzione, ad esempio OVS, Tigotà e Acqua & Sapone.
      
  • Libri“Atlante delle Emozioni Umane” di Tiffany Watt Smith, storica culturale e docente universitaria a Londra. Nel libro descrive 156 emozioni, alcune definite con termini in altre lingue e alle quali non sappiamo dare un nome in italiano. Parole in lingua inuit, finlandese, spagnolo, giapponese in un libro colto e curioso che mentre mappa le differenze affettive tra popoli ci ricorda che siamo tutti uguali in ciò che proviamo. Un viaggio attraverso storia, scienza, antropologia, arte, musica e letteratura alla ricerca delle espressioni con cui culture di tutto il mondo definiscono le proprie emozioni. Lo sto leggendo da un paio di settimana e mi sta appassionando molto; ho iniziato a parlarne in questo post.
      
  • Home DecorABC Mug di Ilaria.i, una tazza che desidero da tantissimo tempo ma che ho rinunciato ad acquistare perché da quando ho cambiato alimentazione la mattina non bevo più alcun tipo di latte (neanche vegetale) e raramente anche il tè (per quello comunque ho delle tazze dedicate), mentre mi sarebbe più utile una ciotola tipo piccola bowl per la mia colazione a base di yoghurt greco, fiocchi di avena, farro e orzo, frutta secca e semi di chia. All’inizio dell’anno però ho visto da qualche parte uno splendido scatto con una serie di mug decorate e utilizzate come vasi per i bulbi. Quindi ora sono in fissa e voglio farmi questo regalo, ovviamente con la mia iniziale. Le altre le trovate qui.
     
  • Musica“On the Nature of Daylight” di Max Richter. Lui è un compositore e musicista britannico ma nato in Germania e sicuramente avete già sentito almeno uno dei suoi pezzi. Ha composto diverse colonne sonore per il cinema e la televisione: tra le più famose, la sua partecipazione in “La Chiave di Sara”, le serie tv “Black Mirror” (primo episodio della terza stagione), la pazzesca “The Leftovers” e “L’amica Geniale”. Questo splendido pezzo in particolare lo conosco da tempo ma di recente mi è tornato fisso in mente dopo aver visto “Arrival” su Netflix, che lo inserisce ben due volte nei momenti clou del film. E lo sto ascoltando di frequente da quel giorno, ma lo avevo già apprezzato in “Shutter Island” di Martin Scorsese e nello spettacolo teatrale “Freud e l’Interpretazione dei Sogni” con Fabrizio Gifuni, dello scorso anno allo Strehler di Milano.
     
  • AppMy Fitness Pal, probabilmente l’app di conteggio delle calorie più famosa, acquisita dal brand sportivo Under Armour nel 2015. Quando ho deciso di cambiare alimentazione e iniziare a frequentare una palestra con l’obiettivo di rimettermi e restare in forma ho scaricato questa app e ho fatto un rapido conteggio delle calorie che assumevo in quel periodo per colazione e pranzo; quello è bastato per rendermi conto che dovevo fare un cambiamento drastico. Questa app ha un enorme database di alimenti; basta fare la scansione del codice a barre dal telefono per avere sott’occhio i nutrienti e costruire il vostro piano calorico e di macro nutrienti quotidiano. Ovviamente meglio rivolgersi a un nutrizionista/dietologo ma questa app già vi permette di rendervi conto davvero di cosa mangiate.

[Copertina: photo by Keila Hötzel on Unsplash]


P.S. In questo post sono presenti alcuni link di affiliazione. Questo non si traduce in un prezzo più alto per voi. Semplicemente per i vostri acquisti verrà riconosciuta a me una minima (veramente minima) percentuale; consideratela un piccolo contributo da parte vostra per dirmi grazie per tutti i contenuti gratuiti che pubblico su questo blog da anni. Potrò destinare questa cifra per supportare StyleNotes perché avere un blog non è gratuito; non solo in termini di tempo dedicato, un dominio (la URL, l’indirizzo del blog) infatti ha un costo annuale. Grazie 🙂

Chi sono
Erica Ventura, fondatrice di StyleNotes.it, web writer, editor e blogger Amo il bello e provo a circondarmene in ogni aspetto della mia vita. Credo fermamente nell’utilità delle liste e che il mix vincente in ogni cosa sia composto da semplicità, equilibrio e un piccolo dettaglio a contrasto. La mia casa, il mio guardaroba e quel che metto nel piatto ne sono la conferma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *