Appunti dicembre palestra

APPUNTI DI DICEMBRE – QUESTA È LA MIA NUOVA E PIÚ SANA VITA

Non sto esagerando, da quando ho cambiato alimentazione e ho iniziato ad allenarmi la mia vita è cambiata: nuove abitudini più sane, nuovi stimoli, nuove soddisfazioni.

Il mese appena trascorso è stato un periodo di passaggio e di soddisfazioni. Di cambiamenti vi ho parlato in generale negli appunti di novembre ma oggi voglio scendere nel dettaglio del mio cambiamento. Due mesi fa ho perso la decisione di diventare la versione migliore di me stessa e sto portando avanti questa scelta anche a dicembre. Ma è solo l’inizio.

Sto seguendo un regime alimentare equilibrato, molto lontano da come ero abituata. Non ho mai avuto un buon rapporto con il cibo e non ho mai mangiato volentieri; la situazione è cambiata quando sono cresciuta e ho iniziato a gestire io la spesa e la cucina, mangiando ciò che mi andava quando mi andava senza troppi problemi.

Non mi sono pesata per anni e nonostante questo ho messo su poco più di 5 kg, ma neanche prima ero esattamente filiforme. A un certo punto ho deciso di provare a cambiare. Ho fatto una spesa super salutare, un piano su due settimane con tutti i pasti e ho iniziato a cucinare in maniera diversa.

Al momento quasi ogni pasto che faccio, dalla colazione alla cena, contiene carboidrati complessi, proteine e grassi buoni (ma in quantità ridotte) in proporzioni variabili. Non peso tutto in maniera ossessiva ma già il fatto di aver sostituito la pasta comune e il riso bianco con riso integrale, farro, orzo, quinoa e di aver aumentato la quantità di proteine (prima mangiavo carne bianca ogni due settimane), oltre a controllare i condimenti e a evitare lo zucchero, ha ridotto l’apporto calorico. Inevitabilmente ho iniziato a perdere peso.

In aggiunta ho iniziato a frequentare in maniera assidua una palestra, dove al momento seguo una scheda di allenamento che alterna un giorno dedicato a gambe e glutei e uno a braccia, spalle, pettorali e dorsali, con gli addominali presenti in entrambi. Questo per tre volte a settimana o anche quattro.

Appunti dicembre palestra

Se da adolescente mi avessero detto che mangiando in un certo modo (senza troppe privazioni e senza avere fame continuamente) e allenandomi avrei potuto cambiare il mio corpo… se avessi saputo di non dover per forza accettarmi ma di poter fare qualcosa per migliorare… Forse non sarebbe cambiato niente, forse non lo avrei fatto.

Ma ora ho la motivazione e la maturità necessarie e mi meraviglio io stessa della forza di volontà che ho tirato fuori. Mi meraviglio quando durante il weekend non vedo l’ora che arrivi il lunedì per ricominciare la settimana e allenarmi. No, non sono diventata una fanatica del fitness, anche se leggo e mi informo sia su quello che faccio in palestra (soprattutto pesi e poco cardio, al momento) e su quello che dovrei mangiare.

Ogni volta che esco al freddo dopo un allenamento, che prendo la mia bicicletta anche con 5 gradi e torno a casa, mi sento profondamente rilassata, soddisfatta e piena di energie.

Detto questo, dato che già so che mi chiederete quanto ho perso… in un mese e mezzo ho perso quasi 3kg e diversi centimetri in vita e sui fianchi (mentre ne ho messi su un paio su braccia e gambe grazie all’allenamento con i pesi), ho messo su massa magra e questo è visibile soprattutto sulle braccia, l’addome è più piatto, i polpacci sono più tonici e lo stesso vale per cosce e glutei.

La strada è ancora lunga, vorrei perdere qualche altro chilo anche se presto la bilancia diventerà uno strumento limitato per valutare i miei progressi; i muscoli sono più densi del grasso e pesano di più, pur avendo un volume minore. A un certo punto il mio peso si stabilizzerà probabilmente e allora saprò di essere davvero sulla buona strada.

Appunti dicembre palestra

Il tutto è impegnativo in termini di tempo perché andare in palestra mi porta via almeno due ore al giorno e cucinare a ogni pasto delle verdure o dei legumi, anche più di un tipo da combinare insieme a dei cereali e alla carne bianca o al pesce rende necessario stare in cucina anche un’ora per il pranzo e un’ora per la cena. Ogni giorno.

Per questo mi ritrovo spesso a lavorare al blog o a un progetto per qualche cliente nel weekend e a finire qualcosa dopo cena. Le mie giornate sono di 24 ore come per tutti, per questo ho dovuto riorganizzare le mie priorità e mettere da parte alcune cose mi interessavano relativamente e che mi portavano via ulteriore tempo.

Casa mia non è mai stata così in disordine e la biancheria da lavare spesso si accumula, la mia vita sociale è ridotta al minimo, faccio la spesa solo online (questa settimana ho provato la combinazione Esselunga e Amazon Prime Now evitando giri extra per cose che non trovo in uno dei due), organizzo i pasti della settimana in modo da non dover pensare ogni giorno a cosa mettere nel piatto e pianificando tutto in base ai miei impegni, ai giorni in cui vado in palestra o ho qualche appuntamento in centro.

Ho imparato a delegare e a pretendere maggior collaborazione, ho imparato ad essere più indulgente con me stessa e meno perfezionista su molte cose; sto imparando a fregarmene di quello che pensano le persone, vicine o lontane, di come vivo la mia vita, ho smesso di cercare l’approvazione degli altri e ho capito che non si può piacere a tutti. E che non è giusto cercare di essere diversa per compiacere qualcuno che non sia me stessa.

Si, perché anche incastrarsi in pensieri di questo tipo fa perdere un sacco di tempo e di energie che potrei destinare ad attività più costruttive. Ho imparato a celebrare le mie vittorie e a concentrarmi sui piccoli risultati che raggiungo ogni giorno. Sto imparando a non cercare più nel cibo un conforto alle frustrazioni o il giusto premio per un successo ottenuto.

Sapete che c’è? Non sono mai stata meglio di così. E questo dicembre sono certa che finirà per valere più dell’intero anno trascorso in termini di soddisfazioni e di autostima.

Chi sono
Erica Ventura, fondatrice di StyleNotes.it, web writer, editor e blogger Amo il bello e provo a circondarmene in ogni aspetto della mia vita. Credo fermamente nell’utilità delle liste e che il mix vincente in ogni cosa sia composto da semplicità, equilibrio e un piccolo dettaglio a contrasto. La mia casa, il mio guardaroba e quel che metto nel piatto ne sono la conferma.

2 Comments

  1. Mi sembra che tu stia raggiungendo grandi risultati, brava! Anche io sto cercando di rimettermi a dieta, con molta fatica. Mi sono iscritta in piscina dove contavo di andare molto spesso – più per i problemi di schiena che mi sono venuti, che per perdere peso – ma sono intervenute rognette che mi hanno bloccata momentaneamente. Per la dieta sto cercando di riprendere quella che mi aveva segnato la nutrizionista, che in sostanza è una dissociata: solo carboidrati a pranzo, solo proteine a cena, niente formaggi e altre cosette di poco conto, niente zuccheri. Ma è veramente dura.

  2. Ciao Anna! Al momento il risultato più grande è stato convincermi a iniziare ed essere costante per questi primi 2 mesi.
    All’inizio è stato davvero faticoso dover pensare in maniera diversa, cambiare le abitudini, il modo di cucinare… ma pian piano ce la faccio.
    Grazie per aver condiviso la tua esperienza! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *