Fuorisalone 2019 milano agenda brera tortona lambrate isola

FUORISALONE 2019: AGENDA PER ZONE DELLA SETTIMANA DEL DESIGN A MILANO – PARTE 1

A pochi giorni dall'inizio del FuoriSalone 2019 ecco la prima parte della mia agenda con gli eventi a Milano ai quali vorrei partecipare.

Tornata da poco dal mio ultimo viaggio in Costa Rica, non mi fermo un attimo e sono già da settimane con la testa al FuoriSalone 2019, che andrà in scena a Milano dal 9 al 14 aprile. Come lo scorso anno ho deciso di condividere con voi la mia agenda con l’elenco e tutte le info relative agli eventi, le installazioni, le mostre-mercato, tutto quello che ho in mente di vedere durante la Design Week a Milano.

Lo faccio perché se qualcuno di voi vuole andare a vedere qualcosa ma ha poco tempo e non sa scegliere, qui trova già una selezione seppur personalissima e fatta secondo i miei gusti e interessi. Vi anticipo che questa non è una guida a tutti gli eventi del FuoriSalone 2019 né un elenco dei party. Se poi volete, incontriamoci! 

Quindi ecco l’elenco di ciò che ho in programma di vedere, diviso per zone e distretti, mentre in fondo al post trovate la mappa. Spero di riuscire a vedere il più possibile dato che lo scorso anno ho spuntato solo il 70% della mia lista. Ma è stato davvero bello e intenso.

E se girate soli per il FuoriSalone potete scegliere la compagnia di Spotify e delle sue playlist tematiche per ogni distretto. Le trovate tutte qui.

Tortona Design District – FuoriSalone 2019

Iniziamo con il Tortona Design District, una delle eccellenze del FuoriSalone e che nel 2018 ha ospitato, tra le varie cose, la casa a due piani con terrazzino di ContainerWerk, uno dei miei progetti preferiti in assoluto. Quest’anno vorrei dedicare buona parte del mio tempo a uno dei progetti di questo distretto: Tortona Rocks, il cui filo conduttore sarà la Design Awareness perché fare design contemporaneo significa progettare stili di vita sostenibili.

Gli eventi in via Tortona

All’Opificio 31 (via Tortona 31) andrà in scena il progetto multidimensionale di Alex Chinneck per IQOS WORLD; l’artista britannico è famoso per i suoi interventi “site specific” che sovvertono la percezione del luogo nel quale sceglie di intervenire. Poi Belgium is Design con la mostra collettiva “Generous Nature” dedicata alla salvaguardia dell’ecosistema e dello sviluppo sostenibile.

Stesso indirizzo ma negli spazi di Archiproducts, Bticino propone “Living Now Apartment“, un allestimento di chiara ispirazione anni ’50 che nasconde tecnologie sofisticate. L’Istituto Europeo di Design poi espone “Under Pressure“, un progetto che vuole coinvolgere il pubblico in una riflessione sui temi della sostenibilità ambientale, sociale ed economica con cento domande fondamentali per orientare la ricerca e lo sviluppo di altrettanti progetti di design nei prossimi due anni.

Al piano terra di Archiproduct c’è poi SP01, che propone l’ultima collezione del designer britannico Tim Rundle e le novità dell’australiano Tom Fereday in due differenti ambienti, un indoor bar e un outdoor lounge.

Mi ispira molto anche la mostra “The impossible story of Israeli design“, collettiva di design israeliano che racconta la composita scena creativa di quel territorio, oltrepassando barriere culturali e politiche; ci sarà inoltre la performance di Chana Hauser per indagare il tema delle origini e della storia, dove i visitatori potranno personalizzare una moneta che verrà loro inviata per poterla sotterrare creando così evidenza della loro esistenza.

Fuorisalone 2019 milano agenda brera tortona lambrate isola
Alex Chinneck per IQOS WORLD – Opificio 31 in Tortona

Del SuperStudio Group (nelle due sedi di via Tortona 27 e via Forcella 13/angolo via Bugatti 9) non vorrei perdermi SuperDesign Show; l’originale format “meno fiera, più museo” propone una selezione che punta lo sguardo sul binomio tradizione e innovazione e tra le varie realtà la coreana LG Electronics presenta il primo televisore OLED arrotolabile al mondo.

Inoltre vorrei vedere Japan Loves Superstudio, una collettiva che riunisce una decina di installazioni di brand e organizzazioni giapponesi sui temi del design contemporaneo e sulle visioni del futuro. Non voglio mancare alla visita del progetto speciale SuperHotel di Giulio Cappellini (Art Director del SuperDesign Show), un hotel internazionale ma con profonde radici italiane che mescola prodotti industriali e di alto artigianato. E infine la selezione dell’artigianato d’arte della Corea del Sud.

Per gli appassionati come me del design scandinavo, il FuoriSalone 2019 sarà un’imperdibile occasione per festeggiare i 20 anni di design dell’iconico brand danese Normann Copenhagen con la mostra delle interpretazioni di 10 artisti che hanno disegnato l’ultima collezione.

Negli spazi post industriali della Torneria (Via Tortona 32) IKEA lancia in anteprima mondiale la nuova collezione di speaker Symfonisk realizzati in partnership con Sonos; per l’occasione ha creato “Feel Home”, un playground dove interagire con luci e suoni attraverso experience, installazioni e talk.

In via Tortona 34 va in scena poi Sanwa Company, un’azienda giapponese di arredamento che andrò a scoprire durante l’anteprima dedicata alla stampa.

Il resto del Tortona Design District: via Bergognone e via Savona

Spostandomi in via Bergognone 26 vorrei visitare l’installazione di Samsung “Resonance”, che propone ai visitatori un percorso a labirinto attraverso cui vivere esperienze multisensoriali.

In via Savona 35 c’è il progetto Norwegian Presence, nato dalla collaborazione tra Design and Architecture Norway (DOGA), Klubben (Norwegian Designers Union) e Norwegian Crafts per raccontare le ultime tendenze del design nordico in fatto di sostenibilità e di “fellesskap” (comunità) tra artigianato e design; 21 designer e artigiani oltre a sette tra i principali produttori del paese di mobili, tessuti, sculture, ceramiche, luci e gioielli.

Al Savona 18 Suites (via Savona 18), il boutique hotel progettato da Aldo Cibic c’è una retrospettiva sui sui progetti. In via Savona 17 arriva il brand di stationery di alta qualità Write Sketch &, che presenterà “Stationery Porn”, un pop-up store di tutte le novità, ispirate  alla tecnologia degli anni Novanta e interpretata con colori accesi tra elementi grafici caratteristici come il pixel e tutti i pattern e le texture di quegli anni.

Un’ultima cosa. Lo spazio di BASE Milano ospiterà Ventura Future di Ventura Projects ma ne parleremo in un post a parte perché dedicargli qui un paio di righe sarebbe riduttivo.

Fuorisalone 2019 milano agenda brera tortona lambrate isola
Brera Design District

Brera Design District – FuoriSalone 2019

Nel 2018 il Brera Design District a è stato uno dei miei quartieri preferiti in assoluto durante il FuoriSalone e credo che anche quest’anno non mi deluderà date le premesse del suo decimo anno.

Il tema è “Design Your Life” e prende spunto dal libro di Bill Burnett e Dave Evans“Designing Your Life: How to Build a Well-Lived, Joyful Life” in relazione all’approccio al fallimento nella vita quotidiana come nel processo creativo; l’errore è riconosciuto in fase progettuale come un elemento fondante del processo di ricerca della perfezione, così dovremmo intenderlo anche nelle scelte di tutti i giorni. Invece spesso viene visto al pari di una catastrofe, un ostacolo, un episodio da cancellare e non un qualcosa dal quale imparare.

Il tema principale del FuoriSalone 2019 in Brera poi è interpretato in 10 modi differenti con 10 parole chiave da altrettanti professionisti, designer, ricercatori, che riflettono sull’aspetto legato alla sostenibilità: comunità, creatività, cultura, emozioni, futuro, idee, immaginazione, memoria, trasformazione, valore.

Gli eventi al Brera Design District

Gli eventi interessanti in Brera sono sempre tantissimi e qui anche semplicemente uno showroom aperto al pubblico diventa l’occasione per scoprire qualcosa di nuovo. Ma avendo a disposizione il tempo limitato di una giornata mi concentrerò su una selezione, a partire dal Brera Design Apartment (via Palermo 1) dove andrà in scena “Planetario“, il progetto di interni di Cristina Celestino per Besana Carpet Lab ispirato al mare e allo spazio; in questa location sarà ospitata anche una serie di incontri dedicati a design, arte e comunicazione (qui tutte le info).

Mi ispira molto il progetto di Design by Gemini con l’installazione “The Pool Club”, ispirata alla Miami degli anni 90 in un container in Corso Como 1. In via Fatebenefratelli 18 DOM Edizioni in collaborazione con Acqua di Parma propone uno showroom sotto forma di appartamento, uno show-flat di 180 metri quadri.

E poi davvero un’infinità di cose interessanti. Artek in Via Lovanio 6, che ripercorre la relazione tra Finlandia e Giappone unendo la tradizione artigianale e il design, contemporaneo e classico, di entrambe le culture; poi la mostra di Éclat a Palazzo Cusani (via Brera 13), Maisons du Monde in via Palermo 16, il marchio icona finlandese tra design e moda Marimekko con il “Marimekko Apartment” al P5 Apartment di via Palermo 5 (con shopping experience), le calzature di Melissa al numero civico 1, dove ci sarà anche l’appartamento parigino di The Socialité Family.

All’Orto Botanico di Brera (via Brera 28 – via Fratelli Gabba 10) ci sarà l’installazione “Interni Human Spaces” che sviluppa il tema dell’economia circolare attraverso il riciclo e il riuso delle materie prime. Alla Mediateca Santa Teresa (via della Moscova 28) poi l’olandese Moooi.

Torniamo allo storico Palazzo Cusani (via Brera 15), che ospita “Il Giardino di St-Germain e L’Albero-Fiore”, una monumentale installazione con un bar di design, frutto della collaborazione tra il designer franco-italiano Marc Ange, di base a Los Angeles, e St-Germain, il liquore francese artigianale preparato con fiori freschi di sambuco.

Il marchio svedese Hem presenta le sue novità al Dream Factory di Corso Garibaldi 117 mentre il Meet Lab presenta il suo concetto di Smart Design Hotel in via del Carmine 9; in via Solferino mi stuzzicano le collettive di Budapest Select (Solferino Apartment, terzo piano in via Solferino, 19), di Visit Sweden (al SolferinoLab in Largo Treves, 5) e di Hemma con Hemma Gone Wild con una nuova selezione di marchi svedesi (in via Solferino 15).

Tropical mood sempre in via Solferino (numero civico 11, Left Stairs al primo piano) con Shirtaporter, brand moda dall’attitude aristo-chic che si unisce ad Abhika per creare un total look dedicato alla casa: dal paravento al daybed sino al paralume.

Non posso fermarmi ed escludere questi: MT Masking Tape (avete presente i washi tape?) in via Ciovasso 17, Society Limonta in via Palermo 1 e le carte da parati di lusso di Wall&Decò in via Mantegazza 7. E in fatto di architettura sono curiosissima di vedere il modello in scala 1:10 del progetto Casa Ojalá “Edificio a civile abitazione ad elevata flessibilità“, brevettato dall’architetto Beatrice Bonzanigo (IB Studio) ed esposto presso la Galleria Post Design/Memphis nel cuore di Brera (Largo Treves 5).

Fuorisalone 2019 milano agenda brera tortona lambrate isola
Lambrate Design District

Lambrate Design District – FuoriSalone 2019

In un’area che si snoda tra via Ventura, via Massimiano e via Conte Rosso, il Lambrate Design District è più raccolto dei precedenti distretti ma denso di soddisfazioni secondo il mio parere, comprese le aree dedicate ai food truck che offrono la possibilità di fare uno spuntino più o meno leggero (dalla macedonia di frutta ai burger).

Farò anche per questo FuoriSalone 2019 un giro al Din Design In, esposizione collettiva in via Massimiano 6/via Sbodio 9, che propone progetti di più di 100 designer, aziende e scuole di design ma che lo scorso anno a parte una decina di proposte non mi ha fatto strappare i capelli.

Negli spazi di Officina Ventura 14 torna per il secondo anno Social Hotel Regeneration by Simone Micheli; hospitality, smart technology e avanguardia si fondono e gli ambienti che normalmente compongono la struttura alberghiera (area notte, area bagno, suite, hall, bar, co-working space, conference room, wellness area) assumono forme inaspettate e basate sulle nuove esigenze contemporanee e volte a favorire l’interazione e l’ibridazione delle funzioni.

Poi voglio andare a curiosare la selezione di designer newyorkesi proposti dalla nuova partnership con NYCxDesign, la manifestazione dedicata al design che si svolge ogni anno nel mese di maggio a New York.

Non mi perderò per nulla al mondo l’evento presso l’elettrauto di via Ventura (via Ventura 2), che ospiterà un cluster di designer svedesi attivi nei campi di product design, fashion e jewelry dal nome S(WE)design. Un salto non lo negherò neanche al FuoriSalmone, in via Massimiano 25, per il design controcorrente che regala sempre la scoperta di qualche chicca oltre alla location che mi ricorda molto certe architetture di Seoul e dintorni.

Nel cortile interno di via Massimiano 25 ci sarà anche la possibilità di fare una pausa beauty con Dr Haushka; una pausa rigenerante e distensiva, con un team di esperti e il nostro make-up artist Karim Sattar.

Irrinunciabile il Rooftop di via Ventura 15, un loft con terrazzo verde e piscina dal quale si gode di una meravigliosa vista sull’ex area industriale; io ci andrò per la vista più che per il dj-set.

Fuorisalone 2019 milano agenda brera tortona lambrate isola
Milano Paper Buildings da Milano Icons – Isola Design District

Isola Design District – FuoriSalone 2019

Già lo scorso anno l’Isola Design District era il quartiere emergente, in espansione, ma per questo FuoriSalone 2019 sono curiosa di vedere se il potenziale di una zona centrale ma ancora poco valorizzata è stato fruttato a dovere.

Da quel che ho letto sarà piuttosto interessante e non si parlerà solo di design ma di Unlimited Design, un connubio con altri settori come scienza, ricerca, storia ed economia per incontrarsi e fondersi insieme. Inoltre il distretto si allarga anche in termini di spazio da La Stecca 3.0 di via Castilla 56 arrivando fino in via Farini e dintorni.

Gli eventi di Isola Design District

Tornerò al Milan Design Market di via Pastrengo 14, che nel 2008 è stato la mia grande scoperta e devo dire che l’ho amato particolarmente. Andrò alla scoperta dei designer australiani di DesignByThem, che trasformeranno la residenza per artisti Viafarini (in via Farini 35), in un parco giochi di design utilizzando oltre 30 pezzi d’arredamento firmati dall’azienda e la nuova collezione DL Seating, realizzata in collaborazione con Dion Lee.

Sono curiosissima di andare a vedere “Milano Paper Buildings“, l’esposizione nel negozio Milano Icons in via Pastrengo 7 delle creazioni uniche e realizzate a mano di Ornella Corradini come tributo alla città capitale del design; si tratta di una serie di miniature in cartapesta di alcune delle icone architettoniche milanesi come il Bosco Verticale, la Haunted House della Fondazione Prada, Casa 770 in via Poerio, la casa di Giò Ponti in via Dezza, le case-igloo del quartiere Maggiolina.

In via Pastrengo 11 invece imperdibile il temporary store di Pijama, con una nuova collezione in collaborazione con lo studio La Tigre diretto dai designer Walter Molteni e Luisa Milani; grafiche optical stampate in serigrafia su una selezione di tessuti ripresi dalle collezioni storiche del marchio per dare vita a un progetto di home decor come il cuscino LSDream.

Un salto all’ex Scatolificio Artigiano di via Cola Montano 8, dove la designer inglese ma residente a Istanbul April Key presenterà la sua prima collezione di lampade in plexiglass Ocean Drive, che fonde architettura Art Déco, illuminazione e scultura. Mi aspetto surreale il 3D Bar presso La Stecca 3.0 con il primo bar interamente stampato in 3D.

In via Angelo della Pergola 1 mi immergerò in “The Nordic Design Apartment“, un progetto che coinvolge firme eccellenti del design scandinavo, mentre allo Studio Vundes di via Confalonieri 11 scoprirò “Kuura“, l’esposizione organizzata dagli studenti della Facoltà di Arte e Design all’Università della Lapponia sulla relazione tra l’ambiente artico e il suo stile di vita sostenibile.

A breve sarà online la seconda parte della mia agenda sul FuoriSalone 2019. Nel frattempo ecco la mappa. In linea di massima le esposizioni aprono tra le ore 10 e le 11 e terminano tra le 19 e le 22; per gli orari dettagliati di ogni singolo evento vi consiglio di visitare il sito ufficiale del FuoriSalone.

Chi sono
Erica Ventura, fondatrice di StyleNotes.it, web writer, editor e blogger Amo il bello e provo a circondarmene in ogni aspetto della mia vita. Credo fermamente nell’utilità delle liste e che il mix vincente in ogni cosa sia composto da semplicità, equilibrio e un piccolo dettaglio a contrasto. La mia casa, il mio guardaroba e quel che metto nel piatto ne sono la conferma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *