Boston cosa fare vedere quartieri

BOSTON – COSA FARE E VEDERE NEI QUARTIERI DELLA CAPITALE DEL MASSACHUSETTS

Torno a scrivere di Boston con questa piccola guida ai principali quartieri e alle cose imperdibili da fare, vedere mangiare o fotografare.

Di Boston vi ho già parlato qualche tempo fa, in un post con i 10 motivi per amarla che ho individuato dopo due viaggi e quasi tre settimane di permanenza in città. È arrivato il momento di tornare a parlarvene, perché l’ho davvero amata e se avrò occasione di tornare da lei non mi farò pregare.

Oggi voglio guidarvi in un viaggio attraverso i quartieri principali di Boston, dai suoi (pochi) grattacieli a specchio alle (tante) case vittoriane con le bay window, dal suo essere così americana ma in certe zone anche nettamente ispirata all’Europa, dallo stile di vita all’aria aperta negli splendidi parchi alle possibilità di svago lungo e sul Charles River, dalle bellezze storico-artistiche ai tramonti su Cambridge da aspettare seduti sui pontili in legno all’Esplanade.

Boston cosa fare vedere quartieri
Copley Square: Trinity Church e Hancock Tower

Back Bay – tra case vittoriane e grattacieli

Backbay è il primo quartiere di Boston che ho conosciuto perché è lì che ho alloggiato per una decina di giorni durante il mio primo viaggio; per la precisione mi ospitava una splendida camera a un piano alto dello Sheraton Boston Hotel, con vista sul fiume e sul Massachusetts Institute of Technology (MIT). Ma se non alloggiate in un posto del genere, vi consiglio di salire sulla torre del Prudential Center.

Occupa la parte a sud del Charles River e qui convivono case vittoriane in pietra arenaria e alcuni grattacieli, boutique eleganti e centri commerciali in Boylston Street e negozi alla moda ma più easy che ricordano molto la Camden Town londinese in Newbury Street.

Molto bella Copley Square, dove si affacciano alcuni degli edifici più interessanti del quartiere: la John Hancock Tower specchiata che, con il cielo sereno e poche nuvole che corrono con il vento è un vero spettacolo, la neoromanica Trinity Church (da ammirare anche in versione riflessa) e la meravigliosa (e anche nella top 3 dei miei luoghi preferiti dell’intera città) Boston Public Library dal profilo neo-rinascimentale. Ed è questa piazza che segna l’arrivo della celebre Boston Marathon.

Lungo il fiume c’è l’Esplanade, un parco fluviale lungo e stretto molto amato dai bostoniani per fare sport ma anche rilassarsi nel tempo libero, con una serie di pontili e piattaforme in legno dalle quali ammirare il tramonto in direzioni di Cambridge.

3 cose imperdibili:

  • Boston Public Library;
  • tramonto all’Esplanade;
  • Copley Square.
Boston cosa fare vedere quartieri
Palazzi di Back Bay
Boston cosa fare vedere quartieri
Boston Public Library

Beacon Hill – l’eleganza di Boston

Questo è senza dubbio il quartiere elegante, dove l’architettura è inconfondibile e dove si trova quella che probabilmente è la via più fotografata della città. Parlo della acciottolata Accorn Street ma anche quelle che la circondano sono imperdibili: l’incantevole Lime Street, Cedar Street, Charles Street, Chestnut Street e Louisburg Square ad esempio, illuminate da lampioni a gas e costeggiate dalle più prestigiose case di Boston, tutte con fioriere curatissime alle finestre.

Si chiama “hill” per una ragione, infatti la parte residenziale si sviluppa su una collina mentre la zona più pianeggiante è caratterizzata da un viale pieno di negozi di antiquariato o concept store da non perdere, oltre a ristoranti e al monomarca di Benefit Cosmetics che per noi italiani è un miraggio e vale decisamente una visita.

Nel quartiere si trovano anche la Massachusetts State House, sede del potere legislativo ed esecutivo, con la sua cupola dorata e due parchi: il Boston Public Garden e il Boston Common ma io preferisco di gran lunga il primo perché è più raccolto e ha diverse zone all’ombra di alberi dove fare un pic-nic in estate. Dal secondo parte il Freedom Trail, un percorso di 4km che ripercorre i luoghi più importanti della storia rivoluzionaria della città.

Arrivando fino al fiume c’è il Charles River Park con una scuola di vela dove affittare piccole imbarcazioni e paddle board. Il fiume è sempre trafficato durante l’estate tra barche e kite surf ma è davvero piacevole passare qualche ora galleggiando in mezzo a quell’acqua marrone e sentirsi veri bostoniani per questo.

3 cose imperdibili:

  • zona residenziale sulla collina;
  • brunch da Paramount e colazione o merenda da Tatte Bakery;
  • pic-nic al Public Garden.
Boston cosa fare vedere quartieri
Accorn Street a Beacon Hill
Boston cosa fare vedere quartieri
Case e bow window di Beacon Hill

Downtown e Waterfront – zona commerciale e porto turistico

Ho unito queste due zone perché sono vicine ma hanno caratteristiche differenti. Il quartiere è Downtown mentre Waterfront è in pratica il porto turistico.

Downtown mescola edifici moderni ad altri di epoca coloniale come il Quincy Market e la Faneuil Hall. Tra i punti storici spicca la Old State House, tappa del Freedom Trial e più antico tra i palazzi pubblici di Boston, risalente al 1713; qui, prima della Rivoluzione, si riuniva l’assemblea legislativa di Stato. Dal balcone posto in facciata è stata letta nel 1776 la Dichiarazione d’Indipendenza per la prima volta ai cittadini.

Per un po’ di shopping vi consiglio Faneuil Hall e dintorni mentre per mangiare entrate al Quincy Market, un’area coperta con numerosi ristoranti e bancarelle che vendono cibo locale ma anche etnico; avete solo l’imbarazzo della scelta e potete sedervi a uno dei tavoli comuni nella zona centrale.

Per lo shopping nelle catene più famose spostatevi nella zona più a sud-ovest del quartiere, intorno alla fermata della metro Downtown Crossing; qui trovate Primark (che inspiegabilmente ha una selezione di abbigliamento molto carina rispetto a quella che arriva in Italia), Forever 21, gli outlet GAP e T.J. Maxx e CVS Pharmacy per integratori di ogni genere, make up e cosmetica.

A Waterfront c’è l’imbarco per i traghetti che portano alle Harbor Islands o a Provincetown, sulla punta finale di Cape Cod, oppure per le barche che portano a fare whale watching; poi ci sono l’Harbor Walk e il New England Acquarium. Vi consiglio di andare quando c’è una bella giornata di sole perché è una zona ventosa ed evitate, se potete, il weekend così vi potrete godere la passeggiata da Harbor Walk a Long Warf senza troppa folla. Arrivate fino al Rose Kennedy Greenway, una striscia verde di dieci ettari dedicati a giardini, prati per fare pic-nic, fontane e aiuole fiorite.

3 cose imperdibili:

  • passeggiata da Harbor Walk a Long Wharf e Rose Kennedy Greenway;
  • pranzo al Quincy Market;
  • cena da Trade.
Boston cosa fare vedere quartieri
Grattacieli di Downtown visti da Seaport

South Boston e Seaport District – zone emergenti, astici e musei

South Boston è ancora un quartiere poco turistico e fuori dai classici giri della città, è storicamente la zona della classe operaia; è ricco di pub irlandesi ma non mancano anche buoni ristoranti americani. Qui si gioca a rugby al Moakley Park e gli spazi industriali dismessi sono riconvertiti in appartamenti. In una giornata di sole andate a Pleasure Bay per la lunga spiaggia; se invece è umido e c’è nebbia avrete un assaggio dell’atmosfera malinconica del New England.

La parte affacciata sul mare, Seaport, invece si sta affermando rapidamente come una meta molto interessante grazie alla presenza di musei e locali dove mangiare specialità di pesce e bere tanta birra.

Ma la mia attività preferita qui, ogni volta che ne ho avuto occasione, è stata ammirare i palazzi di Downtown che riflettono il cielo, poco prima del tramonto, seduta su una panchina nell’Harbor Walk davanti al Boston Children’s Museum tra Seaport Boulevard e Congress Street, due strade su ponti che attraversano il Fort Point Channel. Questo, sognando astici e aspettando il mio tavolo da The Barking Crab (c’è sempre fila e non accettano prenotazioni, se non sul posto lasciando il numero di telefono).

L’Institute of Contemporary Art è bello già dall’esterno, soprattutto la sera quando è illuminato durante una passeggiata tra le barche a vela; dall’interno della Founders Gallery si vede il mare attraverso una grande parete vetrata. Ospita sempre diverse mostre ma la collezione permanente comprende opere americane e internazionali di pittura, scultura, fotografia ma anche disegni e installazioni. Non l’ho visitato ma mi dicono sia particolarmente interessante e interattivo anche il Boston Children’s Museum.

Da qui vi consiglio una deviazione all’estremo sud sconfinando in Dorchester, quartiere multietnico che non ho visitato. Vi segnalo Columbia Point, una piccola penisola che offre splendidi panorami sul mare, raggiungibile in metro e che può essere percorsa a piedi o in bicicletta fino a raggiungere la JFK Library. Si tratta del sito più importante di Boston dedicato al 35° Presidente degli Stati Uniti, una biblioteca-museo all’interno dello splendido edificio progettato dall’architetto americano di origine cinese Ieoh Ming Pei, che ha creato un padiglione vetrato alto 35 metri.

3 cose imperdibili:

  • The Barking Crab per pranzo o cena;
  • vista su Downtown al tramonto da Harbor Walk;
  • deviazione alla JFK Library di Columbia Point.
Boston cosa fare vedere quartieri
Seaport District visto da Waterfront

Fenway e Kenmore – tra cultura e baseball

In questo quartiere convivono due aspetti importanti della città: la cultura e lo sport, in particolare il baseball. Questa è la patria dei Red Sox ed è possibile assistere a una loro partita al Fenway Park. E dove c’è un campo da baseball ci sono pub e taverne a tema sportivo. Io non ho esplorato più di tanto questa zona quindi non ho al momento molti suggerimenti precisi da darvi ma è tra gli obiettivi di un eventuale futuro terzo viaggio a Boston. Comunque mi segnalano la zona di Lansdowne Street per drink e musica la sera.

Una cosa però posso consigliarvela; non perdetevi i prestigiosi musei d’arte! Parlo del Museum of Fine Arts (gratuito una sera a settimana) e dell’Isabella Stewart Gardner Museum. Il primo contiene un’enorme collezione di arte antica e moderna, americana, europea, asiatica, africana, dell’Oceania; al suo interno spiccano “Da dove veniamo? Chi siamo? Dove andiamo?” di Paul Gauguin, la “Ballerina di 14 anni” in bronzo di Degas, alcuni Van Gogh, una serie di vasi in ceramica della Grecia Antica e opere meno conosciute ma che ho studiato ai tempi dell’università e sono stata felice di poter vedere dal vivo. Il secondo espone 2500 opere quasi tutte europee e ha un incantevole cortile centrale, tutto da fotografare.

3 cose imperdibili:

  • Da dove veniamo? Chi siamo? Dove andiamo?” di Gauguin al Museum of Fine Arts;
  • cortile centrale dell’Isabella Stewart Gardner Museum;
  • assistere a una partita dei Red Sox in tv in un pub del quartiere.
Boston cosa fare vedere quartieri
“Da dove veniamo? Chi siamo? Dove andiamo?” di Gauguin al Museum of Fine Arts

South End – la Boston hipster, alternativa e di nicchia

È il quartiere più interessante e con più alto potenziale che ho visitato a Boston; è cool, alla moda, disseminato di edifici in pietra arenaria sia residenziali che industriali, talvolta decorati da street art di qualità, riadattati a negozio atelier di designer. A Milano diremmo probabilmente che si tratta di una zona un po’ hipster.

Imperdibile durante la bella stagione il mercato all’aperto della domenica e del venerdì sera, il SoWa (dal nome della zona di South Washington) con piccole autoproduzioni, vintage e laboratori, tipografie, atelier aperti al pubblico; non manca un’area food truck e un piccolo farmer market locale. Consiglio poi una passeggiata a Shawmut Avenue e in Tremont Street.

3 cose imperdibili:

  • SoWa Open Market;
  • piante e fiori recisi da Niche Urban Garden e Sunny Florist;
  • passeggiata tra Harrison Avenue e Tremont Street.
Boston cosa fare vedere quartieri
Atelier e studi di artisti e designer nella zona del SoWa Open Market

Charlestown – il quartiere storico

Punto di arrivo del Freedom Trial, Charlestown è probabilmente il quartiere più ricco di storia di Boston e circondato dall’acqua; a nord è bagnato dal fiume Mystic (avete visto il film del 2003 “Mystic River” di Clint Eastwood con Sean Penn e Kevin Bacon?) e a sud-est dal fiume Charles.

Da vedere la USS Constitution, la più antica nave della Marina degli Stati Uniti ancora galleggiante e il Bunker Hill Monument con la vista panoramica che si gode da lassù.

Qui è piacevole anche una semplice passeggiata tra vecchi edifici industriali in mattoni e case in legno dipinte in colori pastello, taverne e negozi di antiquariato nella zona di Main Street, Warren Street e Pleasant Street, dove si trova anche uno dei più antichi pub di Boston (Warren Tavern).

3 cose imperdibili:

  • vista dal Pier Six;
  • mac&cheese al Blackmoor Bar + Kitchen;
  • vista su Tobin Bridge e Zakim Bridge dalla collina.
Boston cosa fare vedere quartieri
Splendidi fiori da Sunny Florist a South Boston

North End e West End

Il North End e sede di alcune delle tappe del Freedom Trial: Paul Revere Hause, il più antico edificio in legno ancora conservato in città, Old North Church e Copp’s Hill Burying Ground con una splendida veduta fino a Charlestown. Ma è anche il quartiere che ospita la comunità italiana; non una Little Italy disseminata di tende da sole tricolori e di sole pizzerie ma un pezzo di Italia a Boston, tra ristoranti e gastronomie, panetterie e negozi di formaggi.

Il West End è dominato dalla zona degli ospedali e delle cliniche e spicca solo il Liberty Hotel (lussuoso e ricavato all’interno dell’ex carcere della città) ma è una buona alternativa per alloggiare appena fuori dal centro (quindi spendendo meno) pur avendo a disposizione ben due linee della metropolitana, Beacon Hill e l’Esplanade a due passi, i parchi a una decina di minuti a piedi e poco di più per raggiungere Downtown. Se non avete fretta potete fare una passeggiata fino a Seaport, che dista poco più di 2km.

Durante il mio secondo viaggio a Boston ho alloggiato inizialmente proprio nel West End vicino al Liberty Hotel per poi spostarmi a Cambridge, dall’altra parte del fiume.

3 cose imperdibili:

  • Paul Revere House;
  • passeggiata serale nel North End curiosando oltre le vetrine di pasticcerie e gastronomie italiane;
  • passeggiata fino al Langone Park sull’acqua, con vista su Charlestown Bridge e Zakim Bunker Hill Bridge.

Potrebbero interessarti anche questi articoli su Boston:

In arrivo:

  • cosa fare e vedere a Cambridge, nell’area metropolitana di Boston;
  • luoghi che devo ancora visitare, i quartieri periferici e le chicche nascoste;
  • un assaggio di New England a nord di Boston.
  • dove mangiare a Boston;
  • negozi imperdibili.
Chi sono
Erica Ventura, fondatrice di StyleNotes.it, web writer, editor e blogger Amo il bello e provo a circondarmene in ogni aspetto della mia vita. Credo fermamente nell’utilità delle liste e che il mix vincente in ogni cosa sia composto da semplicità, equilibrio e un piccolo dettaglio a contrasto. La mia casa, il mio guardaroba e quel che metto nel piatto ne sono la conferma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *