BOLOGNA: WEEKEND ALLA SCOPERTA DELLA CITTÀ TRA NEGOZI DI DESIGN, CUCINA E POSTI BELLI

Bologna negozi guida mangiare dormire posti belli

Qualche mese fa sono partita con Accor Hotels per un weekend a Bologna. Non è stato il mio primo passaggio in città; durante gli anni universitari sono andata più volte per visitare la Pinacoteca e alcune chiese preparando un esame sulla pittura del Cinquecento e del Seicento.

Negli ultimi anni è diventata tappa fissa per una pausa a metà strada lungo il tragitto che mi porta dai parenti nelle Marche: mi fermo nella mia trattoria preferita (ne parlo più sotto) per un piatto di tortellini e altre prelibatezze.

Bologna: il mio tour in un weekend

Il tour di Bologna mi ha portata a scoprire tanti indirizzi interessanti di design, home decor, accessori, fragranze e anche qualcuno di cucina ma ci sono altrettanti luoghi che devo ancora vedere.

Bologna non è enorme, è vero, ma il centro, il quartiere del ghetto ebraico e le vie circostanti pullulano di meraviglie e non bastano certo 48 ore per visitare ogni negozio, parlare con i proprietari e ascoltare la loro storia, curiosare all’interno per poi perdersi nelle viette e raggiungere la tappa successiva. Oggi voglio darvi una panoramica, poi prossimamente vi parlerò nello specifico dei posti più carini che non potete perdervi.

Ho alloggiato al Mercure Bologna Centro, adatto a brevi soggiorni e a due passi dalla stazione, posizione comoda per prendere il treno e anche per raggiungere le zone da visitare. In fondo all’articolo trovate una mappa interattiva con tutti gli indirizzi.

Bologna: come spostarsi

A piedi oppure affittando una bicicletta (alcuni hotel ne hanno a disposizione o sono convezionati per il noleggio esterno). In autobus per i punti più lontani; alcune linee hanno a bordo i distributori di biglietti a monete ma serve la cifra esatta, altrimenti andate in edicola. Usate Google Maps per impostare l’itinerario e vedere il mezzo migliore.

Bologna negozi guida mangiare dormire posti belli

Bologna: negozi di design e home decor

Il centro città è ricco di negozi indipendenti di home decor, accessori e design. Ci sono molte piccole realtà che hanno una selezione di marchi e prodotti molto interessanti e che sanno promuoversi in maniera impeccabile anche sui social; tanto che io li ho conosciuti ben prima di arrivare a Bologna.

In alcuni casi invece si è trattato di piacevoli scoperte, capitate per caso durante una di quelle passeggiate che amo fare senza meta tra le vie meno trafficate e commerciali delle città. Ora vi parlo dei miei preferiti; in fondo al post trovate tutti gli indirizzi.

Gallina Smilza

È nato nel 2012 dalla volontà di Simone e Ramona di donare colore e personalità alla tavola nella vita quotidiana. Non è un concept store ma un mondo meraviglioso in cui regnano l’allegria e i colori sgargianti. Hanno una interessante selezione di marchi tra i quali Rice, Yope, Meri Meri e Little Lovely Company. Da loro trovate tutto ciò che serve per decorare la tavola, la casa e per organizzare una festa o per personalizzare la camera dei più piccoli, oltre a una piccola selezione beauty. Di questo negozio vi parlerò in maniera più approfondita prossimamente in un post dedicato.

Martino Design 

È il design shop e studio di progettazione d’interni di Chiara Melandri dal 2009. Ha uno stile più minimal rispetto al negozio precedente, un po’ nord europeo ed eco-friendly. Trovate oggetti disegnati da artisti di fama internazionale e da designer emergenti; inoltre, attraverso il servizio di progettazione, si occupa di rinnovare spazi abitativi. Un vero e proprio luogo di perdizione per me che avrei voluto comprare tutto ma mi sono limitata a una piastrella dipinta di Story Tiles.

Little Shop 

È una vera chicca, un gioiellino custodito dietro una porta vetrata con gli infissi in legno e dipinti di bianco. È curato con amore da Clara, che mi ha riservato un’accoglienza calorosa e mi ha portata nel suo mondo di piccole cose tra animaletti del bosco, casette in legno per gli uccellini, forme in fil di ferro, bijoux e accessori per la casa. Ne parlo in un post dedicato qui.

Abacanto Home 

Un altro negozio piccolino ma pieno di idee per la casa; Angela, la proprietaria ha messo insieme una bella selezione di marchi tra quelli di nicchia e i grandi nomi del design. Beija Flor, Bitossi, Ilaria Innocenti, P.F. Candle Co, Bonne Maison sono solo alcuni. Inoltre è unico rivenditore della raffinata biancheria di Society Limonta. Un vero e proprio concept store per chi è alla ricerca di complementi di arredo, idee regalo e tessili moderni di buon gusto e di qualità.

Bologna: negozi vari

Profumo di fiori 

È proprio accanto a Gallina Smilza. In questo negozio tutto è deliziosamente profumato: candele, fragranze pregiate e di nicchia, profumi per tessuti e per la casa, lampade catalitiche. E poi una serie di complementi d’arredo come lanterne e piccole decorazioni in ceramica.

Hotel Baalbek

Aperto nel 2014, nasce da un’idea di Francesca e Alice sviluppata durante un viaggio in Thailandia. In questo negozio di accessori e oggettistica hanno portato il loro gusto e una serie di oggetti artigianali da tutto il mondo. Spesso è in viaggio che entrano in contatto con artigiani locali ai quali chiedono delle produzioni esclusive per Hotel Baalbek; tra le loro mete preferite ci sono il Marocco, l’India, il nord Europa e anche l’Italia. Nella loro selezione le ceramiche di Fez, i tappeti marocchini, alcuni pezzi di abbigliamenti e tanti bijoux etnici, cartoleria ricercata, la biancheria Fresco Towels e poi Tokyo Milk, Granado Pharmacias e Triumph&Disaster per il beauty.

Bologna negozi guida mangiare dormire posti belli

Bologna: dove mangiare e bere

Il mio ristorante preferito in assoluto a Bologna è la Trattoria di via Serra, che frequento già da qualche anno. Si trova un po’ spostata a nord rispetto al centro, oltre la stazione ferroviaria, vicino alla splendida Chiesa del Sacro Cuore di Gesù.

È il luogo perfetto per mangiare ottimi tortellini in brodo ma non solo. Ci sono diverse proposte, alcune cambiano giornalmente e una delle ragazze in sala o il proprietario Flavio saranno lieti di presentarveli a voce ancora prima che con il menù. La tradizione emiliana in piatti squisiti con materie prime del territorio.

L’interno è molto accogliente e l’ingresso si presenta con un camino, una libreria piena di libri e degli arredi dal gusto spiccatamente retrò; varcata la soglia ci si trova in uno spazio d’altri tempi, semplice ma affascinante. Vi consiglio di prenotare con largo anticipo perché ha una trentina di coperti ed è sempre pieno.

Altri ristoranti e locali interessanti: a pranzo e cena Botanica Lab per la cucina vegetariana e vegana, anche crudista, da colazione a cena le proposte bio di Fram Cafè, per merenda o brunch la bakery Zoo che ha anche una libreria e uno shop all’interno, per la pasta fresca il negozio e ristorante Sfoglia Rina e infine un’apertura dell’estate 2017 al piano terra di un palazzo trecentesco per I Conoscenti.

Bologna negozi guida mangiare dormire posti belli

Bologna: quartieri, musei, monumenti imperdibili, posti belli e instagrammabili

Non scriverò qui una guida dettagliata di tutti i monumenti e i luoghi di interesse storico e artistico di Bologna ma se avete il tempo di passeggiare per il centro storico vi consiglio alcune tappe secondo me imperdibili.

Sicuramente Piazza Maggiore con la sua chiesa, i portici di via Santo Stefano, il quartiere dell’ex ghetto ebraico (tra via Zamboni, via Oberdan e via Marsala) e poi via Pescherie Vecchie che all’ora dell’aperitivo si anima. E i Giardini Margherita con le Serre, un po’ più a sud-est rispetto al centro.

Se avete più giorni o trovate brutto tempo, o ancora vi interessano particolarmente le collezioni d’arte andate alla Pinacoteca Nazionale, dove sono esposti quadri celebri dei Carracci, di Guido Reni e dei rinascimentali Francesco Francia, Lorenzo Costa, Amico Aspertini, Ercole De’ Roberti e Francesco del Cossa, tutti emiliani, oltre alla splendida “Estasi di Santa Cecilia” di Raffaello. Poi c’è MAMbo, il Museo d’Arte Moderna e Contemporanea aperto nel 2007.

Posti instagrammabili

Perfetta per uno scatto da pubblicare su Instagram è la finestrella di via della Piella; cercatela su Google e mi darete ragione. Stessa cosa per la casa rossa in fondo a Vicolo Santo Spirito e l’Oratorio del Santo Spirito (accanto a Little Shop). Non perdetevi la street art del quartiere universitario di Lettere (nella zona di via Zamboni) e per finire la scala a spirale di Palazzo Isolani (in via Santo Stefano).

Seguendo #StyleNotesGoesToBologna su Instagram trovate i miei scatti.

Chi sono
Erica Ventura, fondatrice di StyleNotes.it, web writer, editor e blogger Amo il bello e provo a circondarmene in ogni aspetto della mia vita. Credo fermamente nell’utilità delle liste e che il mix vincente in ogni cosa sia composto da semplicità, equilibrio e un piccolo dettaglio a contrasto. La mia casa, il mio guardaroba e quel che metto nel piatto ne sono la conferma.

27 Comments

  1. Sai che Bologna è una città che mi ha sempre ispirato? Ci sono stata diverse volte ma sempre per lavoro, sempre chiusa in fiera, quindi non l’ho mai vista da turista… potrei valutarla per farci un week end con la mia ranocchietta!!!

    1. A me sono bastati quel weekend e poche altre volte che l’ho frequentata in giornata per studiare alcune opere per gli esami di storia dell’arte e per mangiare alla mia trattoria preferita. Torno sempre volentieri! 🙂

  2. SOno stata spesso a Bologna e mi piace molto anche sel’ultima volta mi è sembrata un po’ trascurata.La prossima volta che andrò seguirò i tuoi consigli su dove mangiare.
    Baci.

  3. Bellissima questa guida, non sono mai stata a Bologna, ma mi piacerebbe, ho preso nota dei vari posticini, in particolare il negozio di profumi
    Alessandra

  4. Grazie mille per aver indicato il mio Little Shop appena nato nel tuo elenco! Queste belle news mi danno la carica per non perdere l’entusIasmo! Spero di rivederti presto! Intanto auguri per tutto
    Con affetto
    Clara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *