BOLOGNA: WEEKEND ALLA SCOPERTA DELLA CITTÀ TRA NEGOZI DI DESIGN, CUCINA E POSTI BELLI

Bologna negozi guida mangiare dormire posti belli

Qualche mese fa sono partita con Accor Hotels per un weekend a Bologna. Non è stato il mio primo passaggio in città; durante gli anni universitari sono andata più volte per visitare la Pinacoteca e alcune chiese preparando un esame sulla pittura del Cinquecento e del Seicento.

Negli ultimi anni è diventata tappa fissa per una pausa a metà strada lungo il tragitto che mi porta dai parenti nelle Marche: mi fermo nella mia trattoria preferita (ne parlo più sotto) per un piatto di tortellini e altre prelibatezze.

Bologna: il mio tour in un weekend

Il tour di Bologna mi ha portata a scoprire tanti indirizzi interessanti di design, home decor, accessori, fragranze e anche qualcuno di cucina ma ci sono altrettanti luoghi che devo ancora vedere.

Bologna non è enorme, è vero, ma il centro, il quartiere del ghetto ebraico e le vie circostanti pullulano di meraviglie e non bastano certo 48 ore per visitare ogni negozio, parlare con i proprietari e ascoltare la loro storia, curiosare all’interno per poi perdersi nelle viette e raggiungere la tappa successiva. Oggi voglio darvi una panoramica, poi prossimamente vi parlerò nello specifico dei posti più carini che non potete perdervi.

Ho alloggiato al Mercure Bologna Centro, adatto a brevi soggiorni e a due passi dalla stazione, posizione comoda per prendere il treno e anche per raggiungere le zone da visitare. In fondo all’articolo trovate una mappa interattiva con tutti gli indirizzi.

Bologna: come spostarsi

A piedi oppure affittando una bicicletta (alcuni hotel ne hanno a disposizione o sono convezionati per il noleggio esterno). In autobus per i punti più lontani; alcune linee hanno a bordo i distributori di biglietti a monete ma serve la cifra esatta, altrimenti andate in edicola. Usate Google Maps per impostare l’itinerario e vedere il mezzo migliore.

Bologna negozi guida mangiare dormire posti belli

Bologna: negozi di design e home decor

Il centro città è ricco di negozi indipendenti di home decor, accessori e design. Ci sono molte piccole realtà che hanno una selezione di marchi e prodotti molto interessanti e che sanno promuoversi in maniera impeccabile anche sui social; tanto che io li ho conosciuti ben prima di arrivare a Bologna.

In alcuni casi invece si è trattato di piacevoli scoperte, capitate per caso durante una di quelle passeggiate che amo fare senza meta tra le vie meno trafficate e commerciali delle città. Ora vi parlo dei miei preferiti; in fondo al post trovate tutti gli indirizzi.

Gallina Smilza

È nato nel 2012 dalla volontà di Simone e Ramona di donare colore e personalità alla tavola nella vita quotidiana. Non è un concept store ma un mondo meraviglioso in cui regnano l’allegria e i colori sgargianti. Hanno una interessante selezione di marchi tra i quali Rice, Yope, Meri Meri e Little Lovely Company. Da loro trovate tutto ciò che serve per decorare la tavola, la casa e per organizzare una festa o per personalizzare la camera dei più piccoli, oltre a una piccola selezione beauty. Di questo negozio vi parlerò in maniera più approfondita prossimamente in un post dedicato.

Martino Design 

È il design shop e studio di progettazione d’interni di Chiara Melandri dal 2009. Ha uno stile più minimal rispetto al negozio precedente, un po’ nord europeo ed eco-friendly. Trovate oggetti disegnati da artisti di fama internazionale e da designer emergenti; inoltre, attraverso il servizio di progettazione, si occupa di rinnovare spazi abitativi. Un vero e proprio luogo di perdizione per me che avrei voluto comprare tutto ma mi sono limitata a una piastrella dipinta di Story Tiles.

Little Shop 

È una vera chicca, un gioiellino custodito dietro una porta vetrata con gli infissi in legno e dipinti di bianco. È curato con amore da Clara, che mi ha riservato un’accoglienza calorosa e mi ha portata nel suo mondo di piccole cose tra animaletti del bosco, casette in legno per gli uccellini, forme in fil di ferro, bijoux e accessori per la casa. Ne parlo in un post dedicato qui.

Abacanto Home 

Un altro negozio piccolino ma pieno di idee per la casa; Angela, la proprietaria ha messo insieme una bella selezione di marchi tra quelli di nicchia e i grandi nomi del design. Beija Flor, Bitossi, Ilaria Innocenti, P.F. Candle Co, Bonne Maison sono solo alcuni. Inoltre è unico rivenditore della raffinata biancheria di Society Limonta. Un vero e proprio concept store per chi è alla ricerca di complementi di arredo, idee regalo e tessili moderni di buon gusto e di qualità.

Bologna: negozi vari

Profumo di fiori 

È proprio accanto a Gallina Smilza. In questo negozio tutto è deliziosamente profumato: candele, fragranze pregiate e di nicchia, profumi per tessuti e per la casa, lampade catalitiche. E poi una serie di complementi d’arredo come lanterne e piccole decorazioni in ceramica.

Hotel Baalbek

Aperto nel 2014, nasce da un’idea di Francesca e Alice sviluppata durante un viaggio in Thailandia. In questo negozio di accessori e oggettistica hanno portato il loro gusto e una serie di oggetti artigianali da tutto il mondo. Spesso è in viaggio che entrano in contatto con artigiani locali ai quali chiedono delle produzioni esclusive per Hotel Baalbek; tra le loro mete preferite ci sono il Marocco, l’India, il nord Europa e anche l’Italia. Nella loro selezione le ceramiche di Fez, i tappeti marocchini, alcuni pezzi di abbigliamenti e tanti bijoux etnici, cartoleria ricercata, la biancheria Fresco Towels e poi Tokyo Milk, Granado Pharmacias e Triumph&Disaster per il beauty.

Bologna negozi guida mangiare dormire posti belli

Bologna: dove mangiare e bere

Il mio ristorante preferito in assoluto a Bologna è la Trattoria di via Serra, che frequento già da qualche anno. Si trova un po’ spostata a nord rispetto al centro, oltre la stazione ferroviaria, vicino alla splendida Chiesa del Sacro Cuore di Gesù.

È il luogo perfetto per mangiare ottimi tortellini in brodo ma non solo. Ci sono diverse proposte, alcune cambiano giornalmente e una delle ragazze in sala o il proprietario Flavio saranno lieti di presentarveli a voce ancora prima che con il menù. La tradizione emiliana in piatti squisiti con materie prime del territorio.

L’interno è molto accogliente e l’ingresso si presenta con un camino, una libreria piena di libri e degli arredi dal gusto spiccatamente retrò; varcata la soglia ci si trova in uno spazio d’altri tempi, semplice ma affascinante. Vi consiglio di prenotare con largo anticipo perché ha una trentina di coperti ed è sempre pieno.

Altri ristoranti e locali interessanti: a pranzo e cena Botanica Lab per la cucina vegetariana e vegana, anche crudista, da colazione a cena le proposte bio di Fram Cafè, per merenda o brunch la bakery Zoo che ha anche una libreria e uno shop all’interno, per la pasta fresca il negozio e ristorante Sfoglia Rina e infine un’apertura dell’estate 2017 al piano terra di un palazzo trecentesco per I Conoscenti.

Bologna negozi guida mangiare dormire posti belli

Bologna: quartieri, musei, monumenti imperdibili, posti belli e instagrammabili

Non scriverò qui una guida dettagliata di tutti i monumenti e i luoghi di interesse storico e artistico di Bologna ma se avete il tempo di passeggiare per il centro storico vi consiglio alcune tappe secondo me imperdibili.

Sicuramente Piazza Maggiore con la sua chiesa, i portici di via Santo Stefano, il quartiere dell’ex ghetto ebraico (tra via Zamboni, via Oberdan e via Marsala) e poi via Pescherie Vecchie che all’ora dell’aperitivo si anima. E i Giardini Margherita con le Serre, un po’ più a sud-est rispetto al centro.

Se avete più giorni o trovate brutto tempo, o ancora vi interessano particolarmente le collezioni d’arte andate alla Pinacoteca Nazionale, dove sono esposti quadri celebri dei Carracci, di Guido Reni e dei rinascimentali Francesco Francia, Lorenzo Costa, Amico Aspertini, Ercole De’ Roberti e Francesco del Cossa, tutti emiliani, oltre alla splendida “Estasi di Santa Cecilia” di Raffaello. Poi c’è MAMbo, il Museo d’Arte Moderna e Contemporanea aperto nel 2007.

Posti instagrammabili

Perfetta per uno scatto da pubblicare su Instagram è la finestrella di via della Piella; cercatela su Google e mi darete ragione. Stessa cosa per la casa rossa in fondo a Vicolo Santo Spirito e l’Oratorio del Santo Spirito (accanto a Little Shop). Non perdetevi la street art del quartiere universitario di Lettere (nella zona di via Zamboni) e per finire la scala a spirale di Palazzo Isolani (in via Santo Stefano).

Seguendo #StyleNotesGoesToBologna su Instagram trovate i miei scatti.