Style Things novembre 2019

STYLE THINGS DI NOVEMBRE: FITNESS, VISIONI, CAMBIO LOOK E INIZIO DI UN NUOVO VIAGGIO

Fine novembre: è tempo di Style Things, la rubrica con le mie cose preferite e una buona percentuale di fatti miei. Buona lettura!

Se a ottobre ho approfittato per aggiungere un piccolo riassunto delle cose dell’estate, avendo saltato causa ferie le uscite di agosto e settembre, a novembre Style Things rientra nei ranghi e rigorosissima vado a raccontarvi i fatti e gli oggetti di questo periodo di metà autunno, in bilico tra il fascino del foliage, la pioggia battente e le anticipazioni di freddo invernale.

Quindi avanti tutta con le Style Things di novembre!

Fitness

Da un po’ Style Things inizia con la sezione dedicata al fitness, quindi vi aggiorno. Ho iniziato da poco un nuovo allenamento, composto da tre schede. Sono ufficialmente tornata a fare circuiti seri; anche se una delle tre è di pesi con le macchine, i tempi di recupero sono passati da un minuto a 20-30 secondi, quindi praticamente anche in quell’occasione faccio cardio.

Ho detto mille volte che preferisco i pesi, quelli seri, come stacchi (per quanto difficili e fastidiosi), squat, affondi e hip thrust con bilanciere. Ma ormai capisco la teoria dietro schede di questo tipo.

Ho passato l’estate a fare pesi per rinforzare i muscoli e ora ho circuiti che a maggio non sarei stata in grado di sostenere. Adesso invece si. È una nuova fase, ora in teoria dovrei ricominciare a scendere di massa grassa. Non necessariamente di peso, ma magari di centimetri in alcune zone. Ma su questo aspetto sono piuttosto serena perché attualmente mi vedo meglio di come io mi sia mai vista in passato.

Tornando all’allenamento, addirittura la prima scheda che ho provato mi sembrava facile con tutti esercizi a corpo libero o con coppie di manubri da 2-3-4 kg. Ma non avevo considerato i trenta secondi di jumping jack. Avete presente? Ecco, i trenta secondi più lunghi della mia vita.

Che poi il problema dei circuiti non è arrivare in fondo ai 4-5 esercizi ma farli senza pause, poi alla fine riposare un solo minuto cronometrato e ripetere da capo. Per cinque volte. E ogni volta che ricominci hai la stanchezza dei giri precedenti che si accumula. Alla fine di quei 30 secondi a saltare vorrei solo svenire.

Ma poi si passa gli addominali e quindi almeno sei sdraiata. Ma no, perché devi fare il plank, sempre trenta secondi per quattro serie alternato a un altro esercizio mortale. Dopotutto però sopravvivi e fatto anche lo stretching incredibilmente, come ad ogni allenamento, ti senti rinata. E allora è tempo di continuare la giornata meglio di prima.

Visioni

Sono finalmente riuscita vedere il finale di Transparent, una serie tv su Amazon Prime Video che mi ha rubato il cuore ormai diversi mesi fa. La quinta e (per ora) credo ultima stagione è in realtà un unico lungo episodio di quasi due ore sotto forma di musical.

E alcuni degli attori protagonisti si erano già prestati a cose simili durante le passate stagioni, con esiti davvero interessanti; parlo di Maura (Mort) in occasione di un’esibizione al centro LGBT di Los Angeles e della ex moglie Shelly in diversi momenti. Ma qui si tratta di pezzi di vero e proprio musical che coinvolgono tutti i personaggi, dai tre fratelli a ruoli “minori” ma comunque importanti come la rabbino Rachel e Divina, alternati a lunghe scene recitate.

Ve ne ho già parlato a inizio estate in Style Things di giugno ma a quel punto stavo guardando la prima stagione. È stato un colpo di fulmine ed episodio dopo episodio è nato un grande amore. Da vedere assolutamente!

Su Netflix invece è uscita la terza stagione di Atypical, serie che ho adorato fin dal primo episodio e che mi migliora sempre di più. Non mi dilungo perché ne ho parlato ampiamente in un fortunatissimo post su Facebook (questo qui) ma non posso che consigliarvi di guardarla al più presto.

Style Things novembre 2019

Attività

Per tutto il mese di novembre non ho fatto weekend fuori o gite in giornata. Complice la pioggia milanese che ha caratterizzato le ultime settimane mi sono concentrata sulle mie due priorità attuali.

La forma fisica, che è meno superficiale di come sembra e comprende l’allenamento costante, il giusto riposo e il mangiare equilibrato, che a sua volta implica una certa organizzazione tra spesa e preparazione dei cibi in anticipo per non perdere troppo tempo in cucina quando ho altro da fare (cioè ogni giorno).

Poi mi sono dedicata alla crescita di questo blog e a ciò che ruota intorno. Il focus è stato principalmente sui contenuti, unendo quantità alla qualità, quindi pubblicando con costanza ottimi post e promuovendoli al meglio. Non sono io a dirlo ma voi lettori con i vostri commenti pubblici sui social o in privato o ancora qualcuno raro qui. Ci sono ancora persone che commentano i blog, evviva!

Viaggi

Dicevo che tutto novembre è stato piuttosto impegnativo ma in questi ultimi giorni sarò finalmente in viaggio. Mentre mi leggete (giovedì 28) probabilmente sarò sulla strada per l’aeroporto di Linate o in attesa dell’apertura del mio gate alle partenze internazionali, o ancora da qualche parte tra le nuvole diretta verso una meta lontana nello spazio ma vicina al cuore.

In questi giorni vi consiglio di curiosare sulle Storie di Instagram (mi trovate come @erica_ventura) per scoprire dove sto andando e per seguirmi nelle mie prossime avventure oltreoceano. Vi farò poi un resoconto nelle StyleThings di dicembre.

Beauty

A proposito di Style Things, di recente ho cambiato lo styling dei miei capelli. Ma non immaginate cose estreme, non sono il tipo che si fa i capelli rosa o arcobaleno e poi amo il mio colore naturale.

Sono stata dal parrucchiere dopo tipo sei mesi. Mi sono presa una mattinata di relax tutta per me, senza telefono, notifiche, cose da pubblicare, to do list e agenda e sono andata al salone che frequento da circa un anno e dove mi sento sempre coccolata. Gianfilippo si è occupato di consulenza, taglio e supporto morale, Loris di henné, piega e complimenti.

Questa volta ho osato molto per i miei standard, li ho autorizzati a tagliare abbondantemente sia perché ce n’era bisogno e sia perché ero io ad averne bisogno. Ogni tanto serve eliminare i rami secchi e i capelli sono un po’ una metafora di questo. Quindi via!

Era tanta l’esaltazione che mi sono prestata anche per delle Storie da pubblicare sul profilo Instagram del salone (Shining Hair), con aggiustamenti ai boccoli e ammiccamenti vari. Loris è un maestro anche in questo, oltre che nel fare la piega mossa senza usare il ferro, io sembravo poco convinta ma ci sto lavorando per la prossima volta.

Style Things novembre 2019


StyleNotes consiglia prodotti che ama in maniera genuina. Se compri qualcosa attraverso alcuni dei link presenti in questo post potrei guadagnare una piccola commissione come affiliata (cosa che non va ad incidere sul prezzo finale che pagherai). Consideralo un modo per ringraziarmi di tutti i contenuti gratuiti che trovi su questo blog da anni.

Chi sono
Erica Ventura, fondatrice di StyleNotes.it, web writer, editor e blogger Amo il bello e provo a circondarmene in ogni aspetto della mia vita. Credo fermamente nell’utilità delle liste e che il mix vincente in ogni cosa sia composto da semplicità, equilibrio e un piccolo dettaglio a contrasto. La mia casa, il mio guardaroba e quel che metto nel piatto ne sono la conferma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *