App viaggiare come un local travel like local blink citynsider eatwith withlocals

5 APP PER VIAGGIARE COME UN LOCAL: CONSIGLI SU LUOGHI ED ESPERIENZE DA CHI ABITA LÍ

App viaggiare come un local travel like local blink citynsider eatwith withlocals
Photo by Element5 Digital on Unsplash

Oggi viaggiare “like a local“, cioè come uno del luogo, è una cosa trendy ma in fondo si tratta solo di buon senso. Cosa c’è di meglio, arrivati in una nuova città, di chiedere un consiglio alla reception dell’hotel o a una commessa ad esempio sui ristoranti migliori o sui mezzi da prendere?

O, nel caso in cui siate particolarmente estroversi e ve la caviate con le lingue straniere, potete fermare qualche coetaneo per strada e chiedere dritte sui locali da frequentare, il quartiere emergente da esplorare, dove poter fare qualche foto particolare.

Alcuni anni fa a San Francisco la commessa di Victoria’s Secret in Union Square, mentre misurava il mio torace per consigliarmi la taglia migliore di reggiseno, mi ha chiesto dei miei programmi per quei giorni e poi mi ha suggerito di affittare un’auto e raggiungere Sausalito al di là del Golden Gate Bridge. Mai consiglio fu più azzeccato! Ho scoperto una cittadina deliziosa e ho ammirato la baia di SanFra e il ponte rosso da un punto di vista differente.

La stessa cosa è successa su un taxi a Bangkok, in una profumeria a Seoul, in un motel nei pressi del Bryce Canyon in Utah, in un delizioso boutique hotel a Tulum e poi in un negozio di stationery e nel campus universitario di Harvard a Boston.

App viaggiare come un local travel like local blink citynsider eatwith withlocals
                                                               WithLocals

Un’altra possibilità è quella di girare la città o prenotare un tour in compagnia di un local, che si tratti di indirizzi gastronomici, di shopping o culturali. Perché c’è sempre molto di più da scoprire oltre le solite mete imperdibili, super conosciute e turistiche.

Con il tempo la tecnologia ci aiuta e si parla di “smart traveler” per coloro che partono preparati e che sanno dove andare e cosa fare o comunque dove cercare le informazioni migliori in base ai loro interessi.

Direttamente dallo smartphone e ancora prima di partire è possibile raccogliere una serie di spunti su cosa fare, cosa vedere, dove mangiare direttamente da chi vive nel luogo che stiamo per visitare. Come? Ci sono tantissime app per viaggiare come un local e qui vi parlo delle 5 migliori che ho trovato finora.

App viaggiare come un local travel like local blink citynsider eatwith withlocals
                                                                        Blink

Blink: itinerari guidati e guide tematiche originali

Blink lo chiamano il Tinder dei viaggi, in realtà è un’app tutta italiana che consente di consultare itinerari con tutte le info, la mappa interattiva, gli orari e i contatti di ogni luogo, segnala piatti tipici, artisti, quartieri, attrazioni varie.

Il vero plus sono le guide tematiche. Parto da quelle di Milano sulla cotoletta alla milanese, che segnala i migliori ristoranti di Milano per provarla, ma aggiunge anche informazioni su come riconoscerla  e distinguerla dalle imitazioni, e sul risotto.

Poi la guida reggae con i locali per ascoltar musica in Giamaica, quella allo stoccafisso e all’aurora boreale in Norvegia, quella della tajine, degli hammamm o del tè marocchino a Marrakech. Ma sono solo alcune. Non mancano le guide dei luoghi instagrammabili per svariate località.

Blink è scaricabile gratis da AppleStore e da GooglePlay.

App viaggiare come un local travel like local blink citynsider eatwith withlocals
                                                                        WithLocals

WithLocals: esperienze organizzate da persone del luogo come guida

WithLocals è la prima app per viaggiare come locals che ho scoperto mesi fa. È perfetta per prenotare tour di esperienze sia gastronomiche che culturali con persone del luogo, da scegliere in base al feedback degli utenti che hanno già acquistato e provato quell’esperienza. In questo modo si ha la possibilità di conoscere le varie possibilità nella destinazione del viaggio e anche di avere una compagnia e una guida.

Il focus di questa app è su Europa e Asia, con una incursione in nord Africa su Marrakech. Oltre alle capitali europee, Eindhoven, Porto, Bruges, Valencia (in Italia al momento solo Milano, Roma e Firenze) sono solo alcune delle mete proposte; in Asia spiccano, tra le altre, Cambogia, Filippine, Hong Kong, Sri Lanka, Vietnam, Nepal e Taiwan.

Qui potrete prenotare bike tour, corsi di artigianato o cucina locale, tour di street food o dei mercati, una giornata con i monaci nel sud-est asiatico, trekking su un vulcano, shopping tour nel made in Italy e tanto altro.

WithLocals è disponibile gratis su AppleStore e su GooglePlay.

App viaggiare come un local travel like local blink citynsider eatwith withlocals
                                                                        EatWith

EatWith: esperienze gourmet in compagnia di local

EatWith la tre le app per viaggiare come un local che propongo qui è la più specializzata. Offre l’opportunità di fare social eating, esperienze gourmet autentiche in compagnia di local: cene, corsi di cucina, tour per mercati e negozi di alimentari con degustazioni. E condividi l’esperienza con i local!

Degustazioni, cene in appartamenti eleganti o in giardini di ville private, tapas su un rooftop spagnolo. Qualche esempio più concreto? A Tokio è possibile fare un tour del mercato del pesce e partecipare a una cooking class per imparare a prepararlo alla maniera giapponese, a Londra una degustazione di cioccolati, ad Amsterdam gustare una tipica cena olandese sui canali.

EatWith è disponibile gratuitamente su AppleStore e su GooglePlay.

App viaggiare come un local travel like local blink citynsider eatwith withlocals
                                                                       Citynsider

Citynsider: community di insider/local con consigli sulla propria città

Citynsider è una startup italiana, una community di viaggiatori curiosi che condividono consigli su locali, ristoranti, negozi, cultura delle principali città del mondo. Al momento la copertura non è ancora super ampia ed è focalizzata sulle principali città europee come Roma, Londra, Parigi, Berlino, Madrid, Barcellona, Milano, Dublino, Palermo, Torino e Lisbona. Ci sono poi i Diari di Viaggio che vanno dal Giappone al Perù, dalla Loira al Chianti e all’Emilia.

Grazie a un algoritmo di profilazione l’app impara a conoscere noi e i nostri gusti in modo da consigliarci l’insider perfetto per suggerirci i luoghi che sa ameremo.

Citynsider è scaricabile da AppleStore e GooglePlay.

App viaggiare come un local travel like local blink citynsider eatwith withlocals
                                                               Spotted by Locals

Spotted by Locals: guide local con focus sull’Europa

Spotted by Locals ha il massimo della copertura in Europa e in Nord America, con qualche spot in Medio Oriente, e si spinge a città che le altre app non affrontano come Francoforte, Ginevra, Tel Aviv, Sarajevo, Vilnius, Zagabria, Rotterdam, Manchester, Kiev, Belgrado, Bucarest, Tirana.

In Nord e Centro America, tra le 12 città che copre al momento, sono felice di trovarla nella bella Boston che ho visitato un anno fa e a Mexico City che vorrei visitare prima o poi, ma anche a San Francisco, Philadephia e Montreal.

Spotted by Locals è in realtà un gruppo di app, in vendita a $4 circa per ogni città. Scaricabili su AppleStore e GooglePlay.

Chi sono
Erica Ventura, fondatrice di StyleNotes.it, web writer, editor e blogger Amo il bello e provo a circondarmene in ogni aspetto della mia vita. Credo fermamente nell’utilità delle liste e che il mix vincente in ogni cosa sia composto da semplicità, equilibrio e un piccolo dettaglio a contrasto. La mia casa, il mio guardaroba e quel che metto nel piatto ne sono la conferma.

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *