fbpx
Lazartigue clean beauty haircare capelli

LAZARTIGUE: CLEAN BEAUTY PER LA CURA DEI CAPELLI E I PRODOTTI PROVATI PER VOI

Parliamo di Lazartigue, un marchio botanico e vegano di prodotti per la cura dei capelli che punta su una cosmetica pulita.

A fine gennaio ho partecipato alla presentazione alla stampa di Lazartigue, un marchio molto interessante di haircare e ne sono stata davvero felice dato che da parecchio tempo non mi occupavo di beauty se escludo la profumeria artistica e di nicchia. Quello cosmetico in senso molto ampio, con skincare, bodycare, haircare e makeup, è un settore che mi interessa sempre molto ma negli ultimi anni mi sono avvicinata nello specifico sempre più al mondo del clean beauty, cioè della “bellezza pulita”.

Non voglio che la parte beauty di StyleNotes rappresenti l’ennesima raccolta di recensioni o semplici post su marchi e aziende di ogni genere giusto perché magari ci si sente in dovere di parlare dei prodotti che si ricevono. Non voglio che il mio lavoro si basi sul cercare di convincere i miei lettori a comprare di continuo l’ultima costosa palette di ombretti sul mercato o l’ennesima crema corpo o viso che promette miracoli o lo shampoo rivoluzionario che ripara i capelli.

Sta di fatto che a un certo punto ho smesso di partecipare alle mille presentazioni stampa dedicate al settore cosmetico e ho smesso di accettare decine di prodotti che non avevo il tempo materiale di provare; ho sempre detto no ai marchi o ai singoli prodotti che non mi convincevano ma successivamente ho tagliato con tutto perché davvero voglio parlare solo di ciò che ho tempo di provare per un tot di tempo e sul quale ho un’opinione precisa. Non mi interessa inondarvi di continui stimoli a comprare. Ma di questo parleremo in maniera più approfondita prossimamente in un post sulla mia scelta relativa alla clean beauty.

Lazartigue clean beauty haircare capelli

Quando ho ricevuto l’invito di Lazartigue e mi sono informata sul marchio mi si sono illuminati gli occhi. Finalmente qualcosa di interessante in un mare di prodotti tutti uguali, con formule vuote, a prezzi bassi si ma di altrettanto bassa qualità e buttati sul mercato giusto perché bisogna far uscire un tot di prodotti all’anno e cavalcare l’ultimo inutile trend di settore.

La lunga presentazione fatta dal Direttore Marketing Internazionale Yann Lamoureaux non mi ha delusa, e neanche la splendida cornice di Moebius Milano in zona Repubblica/Centrale. Non mi ha delusa per via del marchio, che ho reputato subito valido, ma anche per i contenuti; finalmente una presentazione stampa approfondita, con dati, con motivazioni sulle scelte fatte, con tanti ottimi propositi e nessuna falsa promessa.

Insomma, non l’ennesima occasione per indottrinare la stampa su come convincere i propri lettori a scegliere quel prodotto, non i soliti quattro concetti infarciti di termini tecnici che fanno sempre scena ma che se non spiegati a chi non conosce la chimica dietro a un cosmetico possono dire tutto e niente.

Quindi ora vi porto con me alla scoperta di Lazartigue e del settore del clean beauty, facendovi un riassunto di quanto detto in quell’occasione. In fondo al post trovate anche la mia review sui prodotti che mi sono stati gentilmente omaggiati dal marchio e che ho provato per alcune settimane.

Lazartigue clean beauty haircare capelli

Il settore “clean beauty”

La cura dei capelli è sempre un aspetto fondamentale del settore cosmetico e dei capelli sani e curati rappresentano una buona parte della nostra immagine. Quello dell’haircare oggi è un mercato in cambiamento; nuove marche e nuovi prodotti arrivano di continuo come qualche anno fa è stato per la skincare e il focus ora è sui concetti di “green” e “clean”, con un posizionamento forte sulle generazioni giovani che sembrano essere le più sensibili al tema ambientale e anche molto informate sugli ingredienti cosmetici.

Grazie alla diffusione sul web di strumenti e contenuti sull’argomento sempre più persone sono in grado di leggere l’INCI, cioè la lista di ingredienti di un cosmetico. Magari non arrivano a comprendere la formula nel suo insieme e il bilanciamento dei singoli componenti ma la loro origine e la funzione si.

Questo trend di sostenibilità è arrivato anche nel settore della cura dei capelli e sempre più troviamo prodotti senza siliconi o solfati, tanto che ormai si parla di un vero e forte mercato, non più di una tendenza grazie a un netto aumento nell’utilizzo di questo tipo di prodotti. Di conseguenza sempre più aziende si sono dovute adeguare a questa crescente richiesta e sono nati tanti nuovi marchi per cavalcare quest’onda.

Ma non sempre la dicitura “senza siliconi” o “senza solfati” è sinonimo di green e spesso non basta per definire tale un prodotto. Quando si parla di clean beauty letteralmente si fa riferimento alla cosmetica pulita, quindi priva di ingredienti potenzialmente nocivi o tossici per l’essere umano. Ma questo non è più sufficiente.

I temi e i problemi legati all’ambiente sono ormai sotto gli occhi di tutti e non possono essere ignorati. Non si può parlare di cosmetica in tal senso limitandoci a togliere ciò che potrebbe sul lungo periodo nuocere alla nostra salute o anche solo essere troppo aggressivo per la nostra pelle. L’attenzione deve necessariamente essere rivolta a una sostenibilità in senso ampio, che guarda a tutto il mondo che abitiamo e al nostro impatto su esso.

Entrano in gioco quindi scelte sull’origine della materie prime per i cosmetici (se vegetale o animale), sulla provenienza (cosa che incide sulla sostenibilità del prodotto finale), sui sistemi di produzione, sul tipo di energie utilizzate, sui test fatti per singoli ingredienti e per formulazioni complete, sul packaging (confezione) e sui materiali scelti, sul rapporto qualità-prezzo, sul trattamento delle persone coinvolte in tutto il processo produttivo.

In un mondo ideale esiste il prodotto cosmetico perfetto che guarda a tutti questi aspetti ma la realtà è che si possono fare ottime scelte, trovare dei compromessi e un equilibrio per la migliore soluzioni in termini di impatto ambientale, di qualità del prodotto, di efficacia e di margine per il produttore.

Lazartigue clean beauty haircare capelli

Alla scoperta di Lazartigue

La storia del marchio

Il nome Lazartigue deriva dal un parrucchiere che tra gli anni Sessanta e Settanta ha creato un trattamento lisciante di quattro ore che però non danneggiava i capelli.

Jean-François Lazartigue era conosciuto per le sue diagnosi personalizzate, per i trattamenti concentrati e su misura. In un periodo in cui andavano molto i trattamenti chimici lui ha sviluppato quelli con attivi di origine naturale e altamente concentrati perché era preoccupato dei datti causati ai capelli delle donne a causa di colorazione per ossidazione, decolorazione, permanente ecc.

Così nel 1976 ha lanciato una sua linea di trattamenti; caratteristiche erano l’impegno a mantenere l’essenziale e rimuovere il superfluo, formulazioni con almeno l’85% di ingredienti attivi naturali e botanici e in media il 35% di ingredienti in meno rispetto ai competitor.

Le scelte di Lazartigue in un’ottica di “clean beauty”

Lazartigue vanta un 35% di ingredienti in meno rispetto ai competitor e meno ingredienti significa meno conservanti (come parabeni e phenoxietanolo). Loro utilizzano conservanti alternativi e delicati, niente olio minerale e in generale utilizzano la minor percentuale possibile di conservanti per garantire la qualità del prodotto nel tempo.

I loro prodotti sono privi di tensioattivi aggressivi. Non si tratta di ingredienti proibiti; lavano bene capelli e cute ma il problema è che hanno un potere pulente fin troppo alto e aggrediscono il cuoio capelluto. L’obiettivo era trovare tre tensioattivi e il loro giusto equilibrio per ottenere una schiuma abbondante, ricca e cremosa; non è una cosa facile, infatti sono state condotte oltre 30 prove per arrivare al risultato finale.

Capitolo siliconi: non sono vietati ma non essendo biodegradabili sono dannosi per l’ambiente e inoltre restano sulla superficie del capello donando morbidezza e un aspetto lucido, una sensazione di bellezza che però non è durevole. I siliconi sono stati sostituiti con oli vegetali: unione di olio di argan, cocco, camelia e soia.

Ogni olio vegetale ha come una carta di identità (catena di acidi grassi): più è corta e più quell’olio è in grado di andare in profondità. L’olio di cocco ad esempio ha una catena corta quindi nutre in profondità, l’olio di camelia ha una catena lunga quindi lucida e nutre in superficie.

Gli shampoo Lazartigue non contengono coloranti artificiali, che non servono in questo tipo di prodotto. Per strizzare comunque l’occhio alla gradevolezza anche visiva che cerca il consumatore, i colori dei prodotti nel marchio sono naturali come olio di carota e clorofilla.

Si tratta inoltre di un marchio vegano. Attualmente i marchi possono fare un’autocertificazione dell’essere vegani ma Lazartigue ha hanno chiesto una certificazione alla British Vegan Society per convalidare che i prodotti siano effettivamente vegan, il che significa non testati su animali e privi al loro interno di ingredienti derivati da animali. Si tratta del logo con il girasole e la scritta “Vegan” che trovate sulle confezioni.

Tutto questo per avere formule green e più possibile sostenibili. Ora parliamo del packaging. Le confezioni di Lazartigue sono realizzate in plastica riciclata e riciclabile. È vero, esistono alternative come le bioplastiche ma queste derivano da prodotti naturali provenienti dal Sud America che quindi devono essere importati. Si è deciso così di bilanciare l’impronta ecologica preferendo confezioni in plastica derivate da bottiglie riciclate in Belgio invece di confezioni bio ma di importazione dall’altra parte del mondo.

Oltre ai flaconi in plastica, alcuni sono in vetro come quelli degli oli e confezioni esterne aggiuntive di cartone sono presenti solo quando necessarie, ad esempio sempre nel caso degli oli che potrebbero deteriorarsi con la luce. La stampa su queste confezioni è realizzata con inchiostro vegetale.

Lazartigue clean beauty haircare capelli

Lazartigue: i prodotti

Al momento Lazartigue comprende un’ampia gamma di 29 prodotti (38 con le colorazioni) per ogni tipo di capello e ogni esigenza: cute sensibile o grassa, capelli secchi, sottili, colorati, danneggiati. Le referenze comprendono shampoo, maschere, balsamo lavante, trattamenti specifici per la cute, oli, spray e ci sono intere linee purificanti, lenitive e delicate, fortificanti, protettivi della colorazione artificiale, nutrienti.

Ora vi parlo più nello specifico dei prodotti che sono stati presentati, due dei quali li ho provati nelle ultime settimane e vi racconterò a breve della mia esperienza:

Huile des Réves – Olio capillare

Quello degli oli oggi è un mercato enorme; esistono oli vegetali puri ma sono molto grassi e pesanti perché contengono olio minerale (derivato dal petrolio) oppure vedono l’aggiunta di siliconi (anche oltre l’80% della formula) per avere un risultato leggero scendendo a grandi compromessi con il naturale.

Lazartigue ha reinventato questo mercato creando un olio al 95% naturale adatto a tutti i tipi di capelli e privo di siliconi e oli minerali. Huile des Réves contiene oli vegetali puri di argan (nutriente), albicocca (addolcente), camelia (fortificante) e geranio egiziano (riparatore). Il risultato è un olio secco che nutre in profondità, dona brillantezza e disciplina al capello in maniera naturale e senza effetto unto.

Il segreto di questo prodotto è la giusta dose di poche gocce a seconda del tipo di capelli e della lunghezza. È anche un prodotto versatile che consente vari utilizzi: come pre-shampoo a funzione nutriente, sui capelli bagnati dopo la detersione come districante e illuminante o come trattamento intensivo da lasciare in posa tutta la notte.

Il profumo contiene essenze di bergamotto, gelsomino acquatico, rosa, ylang ylang, parchouli e Iris ed è stato creato appositamente a Grasse; tanto piacevole che potrebbe essere un eau de parfum.

Thicker e Stronger – Sieri attivi anti-caduta

Thicker è un siero contro la caduta progressiva ad azione anti-assottigliamento, per una capigliatura più folta e capelli che crescono più spessi; Stronger lavora sulla caduta temporanea, ad azione anti-stress o ad esempio nel periodo post-parto per lenire l’infiammazione del follicolo e far crescere i capelli più forti e resistenti.

Invece delle fiale monouso che solitamente vengono scelte per questo tipo di prodotto, Lazartigue ha preferito ridurre i rifiuti creando ampolle da 50ml in vetro con dosatore contagocce.

Lazartigue clean beauty haircare capelli

Shampoo Extra-Gentle – ultra-delicato per uso frequente

Si tratta di uno shampoo particolarmente delicato pensato per lavaggi frequenti di ogni tipo di capello. Con l’87% di ingredienti di origine naturale, contiene latte di riso e oli essenziali di limone, ylang ylang e geranio.

Nourish Masque – maschera nutriente

Questa è la maschera super nutriente che non dovrebbe mai mancare sotto la doccia di chi ha la fortuna dei capelli spessi. I miei sono molto fini e credo che potrei applicare un prodotto del genere solo sulle punte e mai sulle lunghezze, a meno di voler ottenere un risultato super pesante.

Grazie alla presenza di burro di karité al secondo posto dell’INCI (il che significa che ne contiene una buona percentuale), insieme a olio di cocco e all’olio brasiliano di babassu garantisce capelli setosi e morbidi.

Exfoliate – Trattamento detox per la cute

Questo è il prodotto che sto puntando da quando me lo hanno presentato perché sulla carta sembra perfetto per me. Si tratta di uno scrub/gommage da applicare prima dello shampoo sul cuoio capelluto per un’azione detox e purificante che elimina delicatamente il sebo in eccesso ma anche polveri, inquinamento e residui di colorazione. Contiene acidi della frutta e perle di jojoba.

Distribuzione dei prodotti Lazartigue

La distribuzione dei prodotti Lazartigue al momento comprende circa 200 punti vendita ma si tratta di una distribuzione selettiva in farmacia, anche se è in progetto ampliamento in profumeria. Qui trovate l’elenco dei punti vendita in Italia. Alcuni prodotti del marchio inoltre sono reperibili su Amazon come l’Huile de Réve e lo Shampoo Extra-Gentle.

Lazartigue clean beauty haircare capelli

La mia beauty review sui prodotti Lazartigue

Il marchio mi ha gentilmente omaggiata di tre prodotti che ho avuto occasione di provare per settimane. Si tratta dello Shampoo Extra-Gentle, dell’Huile des Réves e del Balsamo Nourish. Dei primi due vi ho parlato prima. Il balsamo invece fa parte della stessa linea della maschera che ho nominato sopra come particolarmente nutriente; questo prodotto è più leggero e quindi adatto anche a chi ha capelli fini come me e che non hanno certo bisogni di texture che vadano ad appesantirli.

Ho usato tutti e tre sempre in combinazione dopo ogni allenamento in palestra, quindi tre volte a settimana e devo dire che ho riscoperto la sensazione di capelli puliti senza aggredirli e sgrassarli in maniera eccessiva e il piacere di nutrirli con un olio che li mantiene leggeri e voluminosi.

Lo shampoo è effettivamente molto delicato grazie alla presenza di un tensioattivo ad elevata biodegradabilità, altamente compatibile con la cute e rispettoso del suo equilibrio, cosa che altri shampoo con più alto potere pulente non fanno; il risultato di pulire troppo la cute è quello di stimolare la produzione di altro sebo entrando in un circolo vizioso senza fine.

Il balsamo richiede un paio di minuti di posa e dona morbidezza ai capelli senza arrivare all’effetto setoso siliconico della maggior parte dei prodotti di questa categoria. Stesso discorso per l’olio, che dona un buon profumo ai capelli ed ha un effetto lucidante e districante senza arrivare all’estremo quasi “viscido” garantito dai sieri siliconici. Sicuramente quelli restano ottimi alleati in occasioni particolari, in caso di umidità ad esempio per mantenere i capelli disciplinati; ad esempio al mare tendo ad utilizzarli la sera, dopo giorni in cui il sole, il caldo, il vento e la salsedine li hanno disidratati e resi indomabili. Ma non è un qualcosa da utilizzare sempre credendo di fare il bene del capello solo perché appare bello.

Prodotti Lazartigue che vorrei provare

Come vi ho anticipato sopra quesi prodotti che ho provato e sto tuttora utilizzando mi sono stati omaggiati dall’azienda ma non dietro una mia richiesta quindi senza tener conto del mio tipo di capello o delle mie esigenze. Tuttavia sono azzeccati in quanto il balsamo ha il giusto potere nutriente per me, lo shampoo è perfetto per i lavaggi frequenti post-palestra e l’olio serve sempre.

Ma curiosando nella cartella dei lanci per i prossimi mesi e sul sito web Lazartigue mi incuriosiscono alcuni prodotti che secondo me sono adatti alla mia haircare routine: il trattamento pre-shampoo Exfoliate per la cute, lo shampoo Rebalance equilibrante tra cute e lunghezze, il siero Stronger per affrontare meglio i periodi di stress mentale e fisico e la colorazione senza ammoniaca Le Couleur Absolue castano-cioccolato.

 

 

Chi sono
Erica Ventura, fondatrice di StyleNotes.it, web writer, editor e blogger Amo il bello e provo a circondarmene in ogni aspetto della mia vita. Credo fermamente nell’utilità delle liste e che il mix vincente in ogni cosa sia composto da semplicità, equilibrio e un piccolo dettaglio a contrasto. La mia casa, il mio guardaroba e quel che metto nel piatto ne sono la conferma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *