GIFTS GUIDE NATALE 2010 – BOOKS & MAGAZINES

Dopo bijoux e gioielli, ecco qualche altra idea per i regali di questo Natale, sempre in chiave fashion. Un’ottima idea potrebbe essere quella di regalare alla migliore amica l’abbonamento alla rivista preferita: tutto sta nel capire quale perchè non sono tutte riviste di moda o femminili; ognuna ha il suo stile, i suoi punti forti, le sue rubriche.

Passiamo ai libri. All’appassionata di riviste di moda potete anche donare “Alla corte di re Moda” di Fedi e Serlenga: descrive il dietro le quinte delle sfilate e dei servizi fotografici e parla dei più celebri giornalisti di moda del mondo, da Suzy Menkes a Kathy Horyn, da Franca Sozzani a Stefano Tonchi.

All’amica single in cerca di un uomo, “Obiettivo: maschio!” di Nadia Busato e Arianna Chieli, un manuale per cacciatrici metropolitane. “La moda è un romanzo” di Fabiana Giacomotti ripercorre l’origine e l’evoluzione dei capi più indossati, a partire dal tubino nero di Audrey Hepburn in “Colazione da Tiffany”.

Se invece la vostra amica d’infanzia o una collega con molto senso dell’umorismo sono delle pasticcione con vestiti e accessori, se non sanno mai come vestire in occasioni particolari, se non distinguono uno stiletto da una zeppa, vi consiglio l’utile “Ma come ti vesti?!” di Enzo Miccio e Carla Gozzi, tratto dall’omonimo programma televisivo.

A proposito delle serie tv, a chi si sente un po’ una Carrie del nuovo millennio, o una Samantha, o Charlotte o Miranda, il cofanetto di “Sex & the City” con tutte le stagioni del telefilm culto e i due film usciti al cinema negli ultimi anni. Infine, alla sorellina che non perde un episodio di Gossip Girl, i dvd con le stagioni complete.

Chi sono
Erica Ventura, fondatrice di StyleNotes.it, web writer, editor e blogger Amo il bello e provo a circondarmene in ogni aspetto della mia vita. Credo fermamente nell’utilità delle liste e che il mix vincente in ogni cosa sia composto da semplicità, equilibrio e un piccolo dettaglio a contrasto. La mia casa, il mio guardaroba e quel che metto nel piatto ne sono la conferma.

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *