Gelish smalto semipermanente Natale 2015 holiday rosso

GELISH FIRMA LA MANICURE SEMIPERMANENTE DELLE FESTE CON RED MATTERS HOLIDAY 2015

Gelish smalto semipermanente Natale 2015 holiday rosso

Se già nel corso di tutto l’anno il classico rosso è la mia prima scelta in fatto di manicure, lo è più che mai a Natale. Alla nail art che prevede decorazioni, glitter e disegni a tema preferisco qualcosa di più sobrio ad accompagnarmi durante le feste natalizie. Perchè per me lo smalto sulle unghie non è solo un accessorio che caratterizza l’intero look ma è più come un bell’abito, deve essere del mio stile, adatto a me, alla mia carnagione e al mio umore.

Da più di un anno sono passata allo smalto semipermanente, che mi assicura unghie impeccabili per almeno tre settimane (a volte anche un mese); le mie unghie sono piuttosto fragili e tendono a sfaldarsi ma questo tipo di smalto le protegge ed evita che mi si rompano ad ogni urto, complice anche il lavoro impeccabile delle estetiste di Solo Sole a Vimodrone (il mio centro estetico di fiducia).

Gelish smalto semipermanente Natale 2015 holiday rosso

Per questo Natale ho scelto una bella tonalità fredda di rosso scarlatto chiamata “Ruby Two-Shoes“, che fa parte della collezione natalizia in edizione limitata Red Matters Holiday 2015 di Gelish. Sono 6 diverse tonalità di rosso più tre colori glitter (bianco, argento e verde salvia) e ho intenzione di provarne diversi; in particolare “Scandalous“, leggermente più caldo, e “Man of the Moment” che è molto simile al mio ma appena più scuro. Poi ci sono “Fire Cracker“, luminoso e aranciato, “I’m So Hot” che è un borgogna shimmer e il più scuro “Red Alert“.

Gelish smalto semipermanente Natale 2015 holiday rosso

Chi sono
Erica Ventura, fondatrice di StyleNotes.it, web writer, editor e blogger Amo il bello e provo a circondarmene in ogni aspetto della mia vita. Credo fermamente nell’utilità delle liste e che il mix vincente in ogni cosa sia composto da semplicità, equilibrio e un piccolo dettaglio a contrasto. La mia casa, il mio guardaroba e quel che metto nel piatto ne sono la conferma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *