Immersioni cosa ho imparato appunti novembre

COSA HO IMPARATO FACENDO IMMERSIONI – APPUNTI DI NOVEMBRE

Al di là delle nozioni tecniche, ecco cosa ho imparato davvero grazie alla subacquea e quali insegnamenti ho appreso facendo immersioni.

L’altro giorno pensavo all’ultima volta che ho fatto immersioni; è stato a fine agosto in Sardegna, poche settimane dopo aver ottenuto il brevetto PADI Open Water. È stato quasi tre mesi fa e temo che facendo passare troppo tempo potrei dimenticare come si fa.

Potrei dimenticare la sensazione nelle orecchie quando inizi a scendere in profondità, tutti i passaggi della risalita con sosta di sicurezza, i segnali per comunicare con il compagno, la difficoltà di restare in perfetto assetto neutro senza salire e scendere troppo e di continuo ad ogni respiro.

Ma ci sono cose che non potrei mai dimenticare e che ho ancora nella mente e negli occhi come sensazioni attuali più che come ricordi vividi. Fin dalle prime immersioni in acque libere in Liguria, la prima volta che ho messo la testa sott’acqua e sotto di me il blu profondo. Sono le cose che mi ha insegnato la subacquea.

Immersioni cosa ho imparato appunti novembre

Cose che ho imparato facendo immersioni

  • Che all’inizio c’è il brivido lungo la schiena mentre galleggi in superficie e con la maschera guardi sotto verso un blu infinito senza sapere bene cosa vedrai da lì a poco; ma anche che poi questo lascia spazio al senso di meraviglia e di stupore quando iniziando a scendere si apre davanti a te lo scenario incredibile del fondale marino e della vita sott’acqua.
  • Che respirare a metri di profondità è una sensazione meravigliosa e che tutti dovrebbero provarla per poter capire di cosa si tratta davvero.
  • Che amo stare sott’acqua più di quanto ami stare in superficie.
  • Che non posso darla vinta alla paura di non essere capace, di non farcela, di essere presa dal panico perché oltre la comfort zone esiste un mondo bellissimo.
  • Che se vedi un pesce bello e felice nel suo habitat naturale non avrai più tanto piacere nel vederlo arrostito nel tuo piatto.
  • Che in mare ci sono luoghi godibili stando con la testa fuori dall’acqua e luoghi nei quali il meglio è sotto la superficie; un po’ come alcune persone, quelle che vale la pena avere come amiche.
  • Che amo osservare i pesci da vicino; soprattutto quelli grandi, che fino ad ora sono state solo cernie ma che sono certa in futuro somiglieranno più a squali, balene e mante.

E ora quando vedo in video un mare blu e profondo inizio subito a fantasticare su cosa si nasconderà là sotto e su che bello sarebbe poterlo esplorare un giorno. E così aggiungo un altro punto alla lista dei luoghi nei quali vorrei fare immersioni almeno una volta nella vita. Ma di questo magari parliamo un’altra volta.

 

Chi sono
Erica Ventura, fondatrice di StyleNotes.it, web writer, editor e blogger Amo il bello e provo a circondarmene in ogni aspetto della mia vita. Credo fermamente nell’utilità delle liste e che il mix vincente in ogni cosa sia composto da semplicità, equilibrio e un piccolo dettaglio a contrasto. La mia casa, il mio guardaroba e quel che metto nel piatto ne sono la conferma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *